Le azioni cinesi sono ancora un buon investimento?

Ecco cosa ne pensa Eva Ados di ERShares, intervenuta al programma della CNBC ‘Trading Nation’

Le azioni cinesi sono ancora un buon investimento?
1' di lettura

Durante il programma della CNBC ‘Trading Nation’, Eva Ados di ERShares ha dichiarato che all’incirca nell’anno precedente si è assistito a un’eliminazione dell’esposizione agli investimenti in Cina.

Ricevi una notifica con le ultime notizie, i nostri articoli e altro ancora!

L’analista ha commentato che gli investimenti cinesi, in particolare le American Depositary Receipts, sono stati sotto pressione a seguito di diversi imprevedibili annunci normativi negli Stati Uniti.

Ados ha aggiunto che i rischi normativi relativi a questi titoli superano i potenziali benefici associati ai titoli growth.

Attraverso una dichiarazione di giovedì scorso, DiDi Global Inc. (NYSE:DIDI) ha annunciato che il suo consiglio di amministrazione ha autorizzato la società a intraprendere le procedure necessarie e a presentare domanda per il delisting delle sue American Depositary Shares dalla Borsa di New York. La società si era quotata negli Stati Uniti offrendo 316,8 milioni di azioni a 14 dollari per azione, raccogliendo circa 4,4 miliardi di dollari.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Il consiglio di amministrazione ha inoltre autorizzato la società a portare avanti la quotazione delle sue azioni ordinarie di classe A sul Board principale della Borsa di Hong Kong.

Movimento dei prezzi

Venerdì le azioni di DiDi Global sono crollate del 22,2% chiudendo a 6,07 dollari, con il titolo che ha poi guadagnato lo 0,5% nella sessione after-hours; il KraneShares CSI China Internet ETF (NYSE:KWEB) ha perso circa il 48% dall’inizio dell’anno.