Nvidia, trimestre deludente? Nulla di cui preoccuparsi

Ecco perché gli investitori possono stare tranquilli sulle prospettive dell’azienda statunitense di hardware e software

Nvidia, trimestre deludente? Nulla di cui preoccuparsi
2' di lettura

Nella sessione after-hours di mercoledì le azioni di NVIDIA Corporation (NASDAQ:NVDA) hanno perso terreno dopo che gli utili per azione della società sono risultati inferiori alle stime di Wall Street e la guidance ha deluso le aspettative; NVIDIA ha anche citato la debolezza della domanda di chip per il mining di criptovalute.

In after-market il titolo ha ceduto circa il 7% ed è in calo di oltre il 50% dal suo massimo a 52 settimane di 346 dollari per azione. 



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Debolezza nel mercato del crypto mining

Come riporta Benzinga Pro, “NVIDIA afferma che i ricavi trimestrali da OEM e altri ricavi sono in calo a causa del rallentamento nominale dei ricavi da processori di crypto mining nel trimestre, rispetto ai 155 milioni di un anno fa”.

Dunque, con Bitcoin (CRYPTO:BTC) sotto i 30.000 dollari ed Ethereum (CRYPTO:ETH) a meno di 2.000 dollari, gli investitori dovrebbero essere preoccupati per la domanda di chip NVIDIA utilizzati nel mining di criptovalute, giusto? Beh, non esattamente. Le azioni di NVIDIA hanno avuto un’impennata nel 2016 e 2017 durante la prima enorme corsa al rialzo di Bitcoin, quando le persone correvano ad acquistare chip NVIDIA per minare BTC.

Il primo crollo di Bitcoin

Quando Bitcoin è crollato alla fine del 2017, il titolo NVIDIA ha subito un piccolo contraccolpo, ma poi ha performato bene nonostante Bitcoin sia rimasto in un mercato ribassista per gran parte dei due anni successivi. Per gli investitori a lungo termine, vedere NVIDIA colpita dalla diminuzione della domanda di criptovalute può essere positivo a lungo termine.  

Quindi, se gli investitori non stanno scontando una forte domanda di criptovalute, l’andamento del titolo NVIDIA non dipenderà dal prezzo di Bitcoin e da quante persone stanno minando criptovalute; l’azienda può invece concentrarsi sul suo mercato principale, ovvero il gaming. Ma non solo: la tecnologia di NVIDIA verrà utilizzata nei settori della robotica, dell’intelligenza artificiale, delle automobili a guida autonoma e altro ancora. Tutti questi settori hanno meno volatilità e potrebbero essere più promettenti rispetto alle criptovalute. 

Tieniti aggiornato su tutte le ultime notizie e le idee di trading seguendo Benzinga Italia su Twitter.