Crollano i titoli bancari in Francia con la vittoria di Le Pen e le nuove elezioni indette da Macron

1' di lettura

A Parigi il CAC 40 arriva a cedere oltre il 2%, appesantito principalmente dai titoli dei grandi gruppi bancari. Il 30 giugno si tornerà alle urne per eleggere una nuova Assemblea Nazionale

Ricevi una notifica con le ultime notizie, i nostri articoli e altro ancora!

Il presidente francese Emmanuel Macron non ha perso tempo e appena un’ora dopo i primi exit poll, che fotografavano la netta vittoria del partito di estrema destra di Marine Le Pen, ha convocato le elezioni anticipate. Il 30 giugno i francesi saranno chiamati ad eleggere la nuova Assemblea Nazionale.

BANCHE FRANCESI IN FORTE ROSSO

Il risultato delle elezioni europee, e il successivo scioglimento dell’Assemblea, ha spinto in forte ribasso l’indice CAC 40 della Borsa di Parigi, che nelle prime battute ha ceduto fino a oltre il 2%. A spingere al ribasso il listino sono stati soprattutto i titoli delle grandi banche francesi. Bnp Paribas, l’istituto maggiore, cede il 6,3%, dopo essere arrivata a perdere l’8% nelle prime battute. Forti ribassi anche per Credit Agricole (-4,6%), e Société Générale,(-6,5%). In scia alla sofferenza degli istituti francesi, perde quota anche a Milano il comparto bancario, con Banco Bpm (-1,9%) a guidare i ribassi, seguita da Mediobanca (-1,8%), Pop Sondrio (-1,5%) e Intesa Sanpaolo (-1,3%)…

Continua la lettura

Il presente articolo è stato redatto da FinanciaLounge.com.