Gap non paga l’affitto: SGP lo trascina in tribunale

Gap non paga l’affitto: SGP lo trascina in tribunale
1' di lettura

Il colosso dei centri commerciali Simon Property Group Inc (NYSE:SPG) fa causa al rivenditore Gap Inc (NYSE:GPS) per il mancato pagamento dell’affitto e per altre spese, secondo quanto riferito dal Wall Street Journal giovedì.

Ricevi una notifica con le ultime notizie, i nostri articoli e altro ancora!

Cosa è successo

Simon sta portando Gap in tribunale in quanto il rivenditore non è riuscito a pagare l’affitto per i mesi di aprile, maggio e giugno, secondo l’articolo del Wall Street Journal. La compagnia sta chiedendo altresì che il tribunale obblighi Gap a pagare le spese legali e altri oneri.

Simon ha affermato nella denuncia che il requisito che Gap e le sue entità “paghino tempestivamente l’affitto dovuto in base ai contratti di locazione non è stato soddisfatto”.

Gap aveva affermato in precedenza che non sarebbe stato in grado di pagare l’affitto di aprile a causa dei suoi problemi di flusso di cassa causati dalla pandemia di COVID-19.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Perché è importante

Giovedì, il direttore finanziario (CFO) di Gap, Katrina O’Connell, ha dichiarato nella sua teleconferenza del primo trimestre che è “in ginocchio con tutti i proprietari al momento”. Il dirigente ha affermato che è “molto difficile” offrire qualsiasi linea temporale, anche se è alla ricerca di modi in cui “i partner dei nostri proprietari possano ottenere una migliore redditività per l’azienda”.

Gli immobili di Simon includevano 412 tra negozi di Gap e altri negozi di marca della società, che rendevano il rivenditore uno dei principali affittuari del proprietario di centri commerciali, se si escludono i grandi magazzini.

Le azioni di Gap erano in rialzo a circa 12,24 dollari per azione al momento della pubblicazione.