Apple svela il nuovo Megastore a Pechino

L’evento ha riacceso la querelle relativa al rapporto tra USA e Cina

Apple svela il nuovo Megastore a Pechino
1' di lettura

Giovedì Apple Inc. (NASDAQ:AAPL) ha annunciato il lancio della versione rinnovata del suo Apple Store in Cina.

Cosa è successo

Secondo la società di elettronica di consumo, il nuovo negozio è quasi il doppio di quello originale nella stessa località, e rispetta le misure di salute e sicurezza legate alla pandemia di COVID-19. Il punto vendita presenta gli ultimi aggiornamenti in fatto di design e ospita le opere d’arte di alcuni dei più grandi artisti di Pechino. Apple afferma che alimenterà il suo nuovissimo negozio cinese con pannelli solari e supporterà anche un driver di energia pulita in Cina che alimenterà 450.000 case all’anno. La Cina è un importante centro di produzione per Apple, ma il colosso di Cupertino dipende dal Paese anche per le vendite di App Store e iPhone, secondo TechCrunch. Il negozio nel distretto Sanlitun ha 185 dipendenti e negli ultimi 12 anni ha attirato oltre 22 milioni di visitatori.

Perché è importante

L’apertura del megastore, situato nel distretto di Sanlitun a Pechino, arriva in un momento in cui i colossi della tecnologia statunitensi, incluso Apple, stanno affrontando critiche per essere troppo acquiescenti nei confronti del governo cinese, ha riferito TechCrunch. Giovedì, il procuratore generale Willam Barr aveva accusato la compagnia guidata da Tim Cook di “accondiscendere ai comunisti cinesi”. Barr ha anche attaccato Apple per aver censurato diverse app per conto del governo cinese in base alla sensibilità politica di quel Paese, ha osservato TechCrunch.

Movimento dei prezzi

Nella sessione after-hours di giovedì le azioni di Apple hanno registrato un rialzo dello 0,24%, a 385,15 dollari. Le azioni hanno poi chiuso in calo dell’1,23%, a 386,09 dollari.

Foto gentilmente concessa da Apple.

Nessun Articolo da visualizzare