Amazon ha ottenuto informazioni privilegiate tramite fondo Alexa

Durante le riunioni con i rappresentanti di aziende minori Amazon avrebbe carpito informazioni privilegiate da usare poi per lanciare prodotti concorrenti

Amazon, fondo Alexa accusato di rubare idee dalle startup
2' di lettura

Amazon.com, Inc. (NASDAQ:AMZN) avrebbe utilizzato le informazioni privilegiate ottenute durante le riunioni del suo fondo di venture capital con le startup per lanciare i propri prodotti concorrenti, secondo le accuse di una dozzina di imprenditori, investitori e consulenti, ha riferito giovedì il Wall Street Journal.

Cosa è successo

Tra gli accusanti figura la startup di intelligenza artificiale DefineCrowd, sulla quale circa quattro anni fa l’Amazon Alexa Fund aveva effettuato un investimento.

La fondatrice e amministratrice delegata di DefineCrowd Daniela Braga ha affermato che A2I, la nuova offerta di Amazon Web Service, compete direttamente con “uno dei nostri principali prodotti fondativi”, ha osservato il Journal.

Da allora Braga ha limitato l’accesso del fondo Alexa ai dati della startup e ha diluito la sua partecipazione del 90% raccogliendo capitali aggiuntivi.

Un portavoce di Amazon ha negato l’illecito, affermando invece che la società vanta una storia di innovazione alle spalle.

“Sfortunatamente ci saranno sempre parti interessate solo a se stesse che preferiscono recriminare piuttosto che costruire”, ha dichiarato il portavoce. “Eventuali controversie legittime sulla proprietà intellettuale verranno giustamente risolte in tribunale”.

Jeremy Levine, partner di Bessemer Venture Partners, ha dichiarato al Journal: “È come se [Amazon] non fosse in alcun modo, misura o forma il proverbiale lupo travestito da pecora. È un lupo travestito da lupo”.

Perché è importante

Ad aprile un rapporto del Journal aveva suggerito che i dipendenti della società di e-commerce avessero utilizzato i dati dei venditori di terze parti per determinare quali prodotti aziendali lanciare.

Il mese scorso gli avvocati di Amazon hanno dichiarato che Bezos era pronto a testimoniare davanti al comitato giudiziario della Camera degli Stati Uniti contro le presunte pratiche monopolistiche della società.

Lunedì scorso Bezos sarebbe dovuto comparire davanti al Congresso insieme agli amministratori delegati di Facebook Inc (NASDAQ:FB), Alphabet Inc (NASDAQ:GOOGL) (NASDAQ:GOOG) e Apple Inc (NASDAQ:AAPL) per testimoniare e per rispondere alle domande su questioni di antitrust.

Tuttavia è probabile che l’udienza verrà rinviata a causa del servizio funebre per il defunto deputato Democratico dello stato della Georgia John Lewis, secondo quanto riferito dalla CNBC.

Movimento dei prezzi

Giovedì le azioni Amazon hanno chiuso in ribasso del 3,66%, a 2.986,55 dollari e nell’after-market sono risalite di uno 0,1%.