Twitter, possibile multa da $250mln per uso di dati privati

La Federal Trade Commission sta indagando negli USA per violazione della privacy per pubblicità mirata da parte della compagnia social con sede a San Francisco

Twitter, possibile multa da 0mln per uso di dati privati
2' di lettura

Lunedì Twitter Inc (NYSE:TWTR) ha rivelato che la Federal Trade Commission degli Stati Uniti potrebbe imporre una multa fino a 250 milioni di dollari alla società di social media per presunto utilizzo di informazioni di utenti privati per pubblicità mirata.

Twitter avrebbe violato la privacy degli utenti

La società guidata da Jack Dorsey è accusata di aver usato informazioni personali, come numeri di telefono e indirizzi e-mail (originariamente fornite dagli utenti per migliorare la sicurezza dei propri account) per pubblicare annunci mirati, ha affermato in un deposito finanziario del secondo trimestre consegnato alla Commissione titoli e cambi.

Questa pratica era prevalente tra il 2013 e il 2019, secondo la bozza di denuncia che ha condiviso la FTC il 28 luglio con Twitter.

Twitter ha dichiarato di aver stimato, a causa di questo reclamo, una perdita compresa fra 150 e 250 milioni di dollari, e che “ha registrato un accantonamento di 150 milioni di dollari”.

La società con sede a San Francisco ha aggiunto di aver incluso l’accantonamento e le altre passività nel suo bilancio consolidato, dichiarando che la questione rimane irrisolta.

L’attacco hacker potrebbe erodere la fiducia degli utenti

Il mese scorso Twitter ha anche dovuto affrontare sulla sua piattaforma problemi di sicurezza che hanno interessato diversi utenti di alto profilo, tra cui il co-fondatore di Microsoft Corporation (NASDAQ:MSFT) Bill Gates e l’amministratore delegato di Tesla Inc (NASDAQ:TSLA) Elon Musk.

“Questa violazione della sicurezza potrebbe aver danneggiato le persone e gli account da essa interessati”, ha osservato la società guidata da Dorsey.

“Può anche influire sulla percezione che ha il mercato riguardo all’efficacia delle nostre misure di sicurezza, e le persone potrebbero perdere fiducia in noi, ridurre l’uso dei nostri prodotti e servizi o smettere di utilizzare i nostri prodotti e servizi nella loro interezza”.

Un diciassettenne di Tampa, in Florida, è accusato di essere coinvolto nell’attacco di luglio a Twitter, secondo quanto precedentemente riferito dalla CNBC. La società ha affermato che le informazioni cruciali sono state sottratte ai dipendenti tramite un attacco di “spear phishing”.

Movimento dei prezzi

Nell’after-market di lunedì le azioni di Twitter erano in ribasso dell’1,76%, a 35,75 dollari.