Perché la vendita di azioni Amazon da parte di Bezos non deve stupire

Le prime pagine dei giornali si riempiono ogni volta che Bezos vende partecipazioni, ma c’è ben poco di cui preoccuparsi

Perché la vendita di azioni Amazon da parte di Bezos non deve stupire
3' di lettura

Amazon.com, Inc. (NASDAQ:AMZN) è stato uno dei titoli più caldi del 2020, guadagnando il 72,7% da inizio anno. Tuttavia alcuni investitori rialzisti su Amazon potrebbero essere stati infastiditi dalle prime pagine dei giornali che indicavano la vendita di 3,1 miliardi di dollari di azioni Amazon effettuata questa settimana dall’amministratore delegato Jeff Bezos.

A prima vista, il fatto che colui che guida la nave Amazon stia vendendo miliardi di dollari di azioni dell’azienda potrebbe preoccupare gli investitori. Tuttavia uno sguardo più attento alla vendita effettuata da Bezos rivela che essa non ha nulla a che fare con le prospettive dell’azienda.

Cos’è un piano di vendita 10b5-1? La vendita di azioni da 3,1 miliardi di dollari riportata questa settimana faceva parte di un piano di vendita basato sulla regola 10b5-1.

L’articolo 10b5-1 della SEC consente infatti agli insider di un’azienda di impostare la vendita programmata di un numero predeterminato di azioni in determinate date future. Uno dei vantaggi dei piani di vendita 10b5-1 per i dirigenti è che consente loro di vendere le proprie azioni nel tempo senza essere accusati di insider trading associato a eventi di notizie importanti, come annunci di partnership o aggiornamenti sulle vendite.

In altre parole, la vendita di Bezos è stata pianificata con largo anticipo e non ha nulla a che fare con l’attività o il prezzo delle azioni di Amazon. In effetti a febbraio Bezos ha venduto 1,8 miliardi di dollari di azioni, e nell’agosto dell’anno scorso ne aveva vendute per altri 1,8 miliardi di dollari.

Nonostante le vendite di azioni a ritmo semestrale da parte di Bezos, nell’ultimo anno le azioni di Amazon sono aumentate dell’80,9%.

I numeri più importanti 3,1 miliardi di dollari possono sembrare allarmanti per gli investitori, ma questa è tutt’altro che una svendita da parte di Bezos, la persona più ricca del mondo. Non solo il patrimonio netto di Bezos è di 191 miliardi di dollari, ma dopo la recente vendita il CEO possiede ancora 170 miliardi di dollari di azioni del gruppo. In altre parole, l’ultima vendita ha ridotto le sue partecipazioni totali di poco meno dell’1,8%.

In generale, l’insider buying è molto più un indicatore rialzista per i trader di quanto sia ribassista la vendita, soprattutto quando si tratta di un piano di vendita 10b5-1.

Ci sono innumerevoli ragioni per cui i dirigenti vendono azioni delle loro società, soprattutto considerando che molti di loro vengono retribuiti con pacchetti di stock option.

Il punto di vista di Benzinga Data la storia di vendite azionarie di Bezos, gli investitori di Amazon potranno aspettarsi un’altra serie di titoli di giornale su di lui che all’inizio di febbraio 2021 venderà altri miliardi di dollari di azioni.

Invece di preoccuparsi della vendita, piuttosto i trader dovrebbero prestare attenzione a eventuali modifiche ai pattern di vendita di Bezos che implicherebbero una vendita delle sue partecipazioni maggiore del normale o addirittura l’aggiunta di nuove.

Link correlati

Amazon, scommessa ribassista fatta dai trader in opzioni

Angolo notizie

Nessun Articolo da visualizzare