Valar Venture emerge come principale investitore di Bitpanda

L’ente supportato da Peter Thiel ha deciso di puntare 52 milioni di dollari sulla piattaforma di brokeraggio per criptovalute

Valar Venture emerge come principale investitore di Bitpanda

Valar Ventures, fondo di venture capital sostenuto da Peter Thiel, è emerso come principale investitore di Bitpanda, piattaforma di investimento digitale con sede a Vienna.

Cosa è successo La piattaforma di intermediazione per criptovalute si è garantita 52 milioni di dollari tramite finanziamenti di serie A guidati da Valar e da altri investitori, tra cui Speedinvest, come dichiarato dalla stessa Bitpanda martedì.

La piattaforma ha affermato che utilizzerà i nuovi investimenti per entrare in altri mercati europei, sia quest’anno che il prossimo, e che introdurrà nuove offerte di prodotti.

Come risultato dell’investimento Andrew McCormack, General Partner di Valar, si unirà al consiglio di Bitpanda.

“Riteniamo che Bitpanda sia in una posizione perfetta per sfruttare quest’opportunità espandendosi in tutta Europa e continuando ad attrarre utenti fedeli, cosa che il team ha già dimostrato di poter fare con profitto”, ha affermato McCormack.

“Il nostro obiettivo è quello di diventare la principale piattaforma di investimento e di trading in Europa, non solo per le persone che hanno già familiarità con il trading ma per tutti”, ha affermato Eric Demuth, amministratore delegato di Bitpanda.

Perché è importante La piattaforma di investimento ha affermato che sta raddoppiando i ricavi annualmente e che ha oltre 1,3 milioni di utenti.

Bitpanda supporta un’ampia varietà di criptovalute e investimenti in metalli preziosi.

La piattaforma di trading inoltre ha dichiarato che all’inizio del prossimo anno cercherà di espandersi verso il mercato azionario.

Thiel, meglio conosciuto come co-fondatore di PayPal Holdings Inc. (NASDAQ:PYPL) nonché come uno dei primi investitori di Facebook Inc. (NASDAQ:FB), in passato ha sostenuto importanti progetti inerenti alle criptovalute.

Nel luglio 2018 il miliardario aveva infatti guidato un giro di finanziamenti per il precursore della criptovaluta EOS, Block.one, come riferito da Bloomberg all’epoca; nell’ottobre dello scorso anno, secondo Fortune, Thiel avrebbe sostenuto Layer1, startup texana di mining di Bitcoin.

La società di analisi dei dati del 52enne Palantir Technolgies Inc. si quoterà in Borsa mercoledì.

Foto per gentile concessione: JD Lasica tramite Flickr