Apple, i risultati del quarto trimestre battono le stime

I risultati del comparto dei servizi compensano il calo nelle vendite di iPhone

Apple, i risultati del quarto trimestre battono le stime

Apple Inc. (NASDAQ:AAPL) ha annunciato risultati fiscali del quarto trimestre migliori del previsto visto che i ricavi record nel segmento dei servizi hanno contribuito a compensare le minori vendite di iPhone; la società, che ha avviato un nuovo ciclo di prodotti con i suoi modelli di iPhone 12 che supportano il 5G, ha affermato che l’accoglienza iniziale dei suoi nuovi prodotti è stata positiva.

Numeri chiave del report trimestrale: il colosso tech di Cupertino (California) ha riportato, per il quarto trimestre dell’anno fiscale 2020, utili per azione pari a 0,73 dollari, in calo rispetto ai 0,76 dollari di un anno fa ma superiori alla stima di consenso di 0,70 dollari.

I ricavi sono aumentati su base annua di circa l’1,03%, a 64,70 miliardi di dollari, superando la stima di consenso di 63,7 miliardi e segnando inoltre una cifra record per quanto riguarda il trimestre di settembre. Le vendite internazionali hanno contribuito ai ricavi totali per il 59%.

“Apple ha concluso un anno fiscale, definito dall’innovazione nonostante le avversità, con un trimestre di settembre record, guidato da cifre storiche nei segmenti Mac e servizi”, ha affermato l’amministratore delegato Tim Cook.

Le vendite di prodotti, che rappresentano circa il 77,5% dei ricavi totali, sono diminuite del 2,7% a 50,15 miliardi di dollari, mentre i ricavi dal segmento dei servizi sono aumentati del 16,3% a 14,55 miliardi di dollari.

Perché è importante: le aspettative del segmento dei prodotti sono state moderate per il terzo trimestre, dato che nel periodo non è stato lanciato alcun nuovo prodotto.

A metà settembre Apple ha presentato il suo pacchetto di servizi Apple One, nel tentativo di migliorare la traiettoria dei ricavi dal segmento dei servizi.

Il prodotto di punta di Apple, l’iPhone, ha ottenuto ricavi per 26,44 miliardi di dollari, in calo del 20,7%. La stima di consenso degli analisti sell-side per i ricavi da iPhone era di 28,5 miliardi, ipotizzando 40,4 milioni di unità vendute e un prezzo medio di vendita di 705 dollari.

L’analista di Morgan Stanley Katy Huberty aveva precedentemente avvertito che le aspettative di consenso per i ricavi da iPhone erano troppo alte.

Link correlato: Apple, il nuovo ‘superciclo’ iPhone è un’opportunità storica

I ricavi da Mac e iPad sono stati rispettivamente di 9,03 miliardi e di 6,8 miliardi di dollari.

Le vendite nette da dispositivi indossabili, Home e accessori sono aumentate del 12,7% a 7,9 miliardi di dollari.

Dal punto di vista geografico, tutte le aree hanno registrato una crescita su base annua, ad eccezione di quella della Grande Cina, dove le vendite nette hanno avuto una flessione di circa il 29% a 8 miliardi di dollari.

Fra gli altri indicatori finanziari, il margine lordo di Apple è aumentato dal 37,97% al 38,16%.

Durante il trimestre la società ha restituito quasi 22 miliardi di dollari agli azionisti.

Le previsioni da qui in avanti: per il primo trimestre dell’anno fiscale 2021 gli analisti prevedono, in media, una crescita dei ricavi di circa il 14% a 101,01 miliardi di dollari; gli esperti si aspettano che Apple trarrà vantaggio, nel breve e medio termine, dal forte slancio per i suoi modelli di iPhone 12.

“Malgrado le ripercussioni dovute al COVID-19, Apple si trova nel bel mezzo del nostro periodo di introduzione prodotti più prolifico di sempre, e la risposta tempestiva a tutti i nostri nuovi prodotti, guidati dalla nostra linea di iPhone abilitati per 5G, è stata estremamente positiva”, ha detto Cook nel comunicato.

L’ultima versione è già stata dichiarata vincente; alcune fonti hanno indicato pre-ordini record per iPhone 12 e iPhone 12 Pro in Cina e India, due mercati chiave per gli smartphone.

I pre-ordini per altre due varianti – iPhone 12 mini e iPhone Pro Max – inizieranno il 6 novembre, mentre il 13 si darà il via alle spedizioni.

Gli analisti prevedono che nel trimestre di dicembre le vendite da iPhone si attesteranno a circa 70-80 milioni di unità, beneficiando di notevoli promozioni da parte degli operatori telefonici.

Secondo Daniel Ives, analista di Wedbush, il colosso tech ha un’opportunità “decennale”, dal momento c’è una buona possibilità che 350 milioni dei 950 milioni di iPhone nel mondo passino alla versione successiva; guardando al futuro, l’analista prevede la forza della Cina, con i modelli di Phone per 5G e il business dei servizi che saranno responsabili di gran parte della crescita dell’azienda.

Per l’anno fiscale 2021 gli analisti stimano l’utile per azione a quota 3,90 dollari e un fatturato di 311,36 miliardi.

Informazioni sul titolo: dall’inizio dell’anno le azioni Apple hanno guadagnato circa il 60%, mentre nel trimestre di settembre hanno avuto un aumento più modesto del 27%.

Dopo un arretramento di quasi il 4,5% osservato mercoledì, le azioni Apple hanno chiuso la sessione di giovedì in rialzo del 3,71%, a 115,32 dollari.

Nella sessione after-hours, in risposta ai risultati finanziari pubblicati dall’azienda, il titolo è sceso del 3,92%, a 110,80 dollari.

Nessun Articolo da visualizzare