Perché questo ETF a tema fintech è straordinario

FINX è un fondo negoziato in Borsa che, nonostante i 4 anni di età (un’era geologica nel campo del fintech), fornisce ottime performance

Perché questo ETF a tema fintech è straordinario
3' di lettura

Quest’anno gli ETF tematici sono molto in voga considerando che gli investitori accumulano fondi che si basano su qualsiasi settore, dal fintech alle scommesse sportive, passando dai videogiochi e a molto altro ancora.

Ricevi una notifica con le ultime notizie, i nostri articoli e altro ancora!

In questo mese, secondo Bloomberg, gli ETF di questo tipo hanno già fruttato 2,5 miliardi di dollari, con un ritmo di afflussi da inizio anno pari a 20 miliardi di dollari; il fenomeno è in gran parte attribuito agli investitori al dettaglio e alla folla di trader su Robinhood, ma 20 miliardi di dollari sono una cifra troppo grande per poter essere ricondotta ad investitori di cifre inferiori.

Anche se tutto questo denaro proviene da investitori retail (e non è così), tale cifra implica che gli investitori professionali si stanno davvero lasciando sfuggire un’occasione quando si tratta di ETF a tema fintech; si consideri il caso del Global X FinTech ETF (NASDAQ:FINX), in rialzo del 33,06% da inizio anno, sovraperformando l’indice S&P 500 con un margine di quasi 3 a 1.

Perché è importante: con quasi 792 milioni di dollari di asset in gestione, FINX esiste da più di 4 anni, che lo rende un veterano dei fondi tematici e antico per gli standard degli ETF a tema fintech.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

FINX segue l’Indxx Global FinTech Thematic Index e detiene 33 titoli, una scuderia che si concentra sulle aziende che offrono “una serie di innovazioni che aiutano a trasformare settori consolidati come assicurazioni, investimenti, raccolta fondi e prestiti a terze parti attraverso soluzioni mobili e digitali uniche”, secondo Global X.

L’entusiasmo degli investitori per FINX è palpabile. Da inizio mese, l’ETF a tema fintech ha ricevuto afflussi per 6,11 milioni di dollari; da inizio anno, la cifra è di quasi 156 milioni di dollari, ovvero una grossa percentuale del patrimonio totale degli asset in gestione del fondo.

Cosa potrebbe succedere: PayPal (NASDAQ:PYPL) e Square (NYSE:SQ), due delle società fintech a larga capitalizzazione più note, stanno guidando il gruppo dei titoli detenuti dal fondo, fornendo un elemento di vantaggio a FINX, poiché l’ETF assegna quasi il 14% della sua ponderazione a questa coppia di titoli; l’esposizione di queste società nei confronti del boom del mercato delle criptovalute costituisce un altro elemento di stimolo per FINX.

“PayPal, un pioniere nel settore dei pagamenti digitali, offre adesso agli utenti la possibilità di effettuare transazioni con Bitcoin e altre criptovalute”, secondo la ricerca di Global X; “l’espansione della funzionalità di criptovaluta della piattaforma consente inoltre agli utenti di acquistare, detenere e vendere Bitcoin, Bitcoin Cash, Ethereum e Litecoin”.

Per aziende come PayPal, ci sono vantaggi tangibili nell’aggiunta dei servizi crypto, e la rivale Square lo dimostra.

“Square e Robinhood sono due esempi di aziende che hanno fatto aumentare i ricavi dopo aver implementato i servizi di criptovaluta; Square ha riferito che nel secondo trimestre 2020 le entrate da Bitcoin hanno raggiunto gli 875 milioni di dollari, un aumento su base annua del 600%”, secondo Global X.

Nota bene: l’autore possiede azioni di Square .