Apple, ritardo di produzione per il visore a realtà mista

Ming-Chi Kuo, noto analista della società di Cupertino, spiega che il rallentamento è dovuto al “design complesso” del prodotto

Apple, ritardo di produzione per il visore a realtà mista
1' di lettura

Apple Inc. (NASDAQ:AAPL) potrebbe ritardare la produzione del suo attesissimo visore per realtà mista a causa del “design complesso”, secondo una nuova nota per gli investitori redatta dall’analista di Apple Ming-Chi Kuo, come riportato lunedì da 9to5Mac.

Cosa è successo

Apple potrebbe non iniziare la produzione del visore AR/VR fino al quarto trimestre del 2022, dato che il colosso tech vuole disporre di un solido ecosistema di hardware, software e servizi al momento del lancio, secondo quanto riferito da Kuo nella nota.

Apple intende impiegare il visore per diverse applicazioni e non solo come dispositivo di gioco, pertanto la sfida di costruire software, ecosistema e servizi è notevolmente più impegnativa di quella dei concorrenti di Apple, secondo l’analista.

Leggi anche: Visore Apple, piena funzionalità solo con iPhone o Mac

Perché è importante

In precedenza, Kuo prevedeva che Apple avrebbe lanciato il visore per realtà mista a metà dell’anno prossimo; secondo quanto dichiarato, inoltre, l’analista stima che il visore avrà un prezzo di circa 1.000 dollari negli Stati Uniti.

Il visore dovrebbe competere con Oculus di Facebook Inc. (NASDAQ:FB) e con PlayStation VR di Sony Group Corp. (NYSE:SONY), fra gli altri.

Apple ha lavorato silenziosamente per anni per spingersi nel settore della realtà virtuale e aumentata.

A maggio 2020 la società guidata da Tim Cook ha confermato l’acquisizione di una startup di live streaming per realtà virtuale chiamata NextVR, seguita dall’acquisizione di Spaces tre mesi dopo.

Movimento dei prezzi

Lunedì le azioni Apple hanno chiuso in rialzo di quasi l’1,2% a 146,55 dollari.