Le migliori opportunità nelle cripto secondo Mark Cuban

Il proprietario dei Dallas Mavericks Mark Cuban racconta come sceglie i suoi investimenti nel mondo delle criptovalute.

Le migliori opportunità nelle cripto secondo Mark Cuban
2' di lettura

Mark Cuban, proprietario e investitore dei Dallas Mavericks, ha recentemente affermato che la maggior parte dei suoi investimenti si concentra sulle criptovalute. Cuban sostiene che l’80% degli investimenti non legati a «Shark Tank» sono focalizzati sulle criptovalute

Ricevi una notifica con le ultime notizie, i nostri articoli e altro ancora!

In una recente intervista, Cuban ha parlato di quella che secondo lui potrebbe essere la prossima grande novità per il settore. 

Secondo lui, i token non fungibili (NFT) rappresentano un’enorme opportunità nell’industria editoriale.

«Gli NFT come libri, penso in particolare ai libri di testo. Se riusciamo o meno a convincere gli editori di libri di testo universitari è un altro problema, ma l’idea che i bambini comprino libri per le lezioni… L’intero processo di acquisto dei libri», ha detto Cuban. 



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Inoltre, esaminando le opportunità in questo settore, Cuban ha dichiarato: «Gli NFT consentono di applicare le royalty in modo che, quando quel libro viene rivenduto, l’autore, l’editore e chiunque altro sia coinvolto possano ottenere una commissione fissa. Ciò significa che gli editori possano continuare a essere pagati. Quindi, penso che sia un’ottima applicazione».

Ad agosto, la casa editrice Pearson ha annunciato l’intenzione di utilizzare gli NFT per monitorare le vendite di libri di testo digitali per registrare le entrate perse sul mercato secondario.

Allo stesso modo, la rivista Time sta già utilizzando gli NFT per creare nuove entrate e un senso di comunità nel settore editoriale. 

C’è un altro settore che secondo Cuban potrebbe anche trarre vantaggio da una piattaforma di criptovalute. 

L’investitore ha infatti affermato che il settore delle assicurazioni sanitarie potrebbe essere molto più efficiente se operasse in un ambiente blockchain decentralizzato. 

«Con le criptovalute, potresti reinventare il modo in cui i reclami assicurativi vengono preapprovati o approvati creando un ambiente in cui hai migliaia di validatori. Ci sono diversi rollup ottimistici con validatori e sfidanti», ha detto. 

Il mese scorso, il World Economic Forum ha affermato che la tecnologia blockchain è sottoutilizzata nel settore sanitario. La tecnologia infatti potrebbe aiutare a comunicare dati e informazioni a tutte le parti del settore in modo efficace e trasparente.

Foto Per gentile concessione di Gage Skidmore tramite Wikimedia

Vuoi fare trading come un professionista? Prova GRATIS la Newsletter Premium 4 in 1 di Benzinga Italia con azioni, breakout, criptovalute e opzioni