Goldman Sachs declassa Slack a Sell

La banca di investimento abbassa il rating dell’azienda che offre servizi per il lavoro da remoto a fronte di rischi competitivi

Goldman Sachs declassa Slack a Sell
1' di lettura

Slack Technologies Inc (NYSE:WORK) è stata una delle aziende che ha chiaramente beneficiato della pandemia di Coronavirus e della conseguente tendenza al lavoro a distanza. Tuttavia, un analista anticipa le sfide che il gruppo dovrà affrontare per mantenere la sua quota di mercato.

La raccomandazione su Slack L’analista di Goldman Sachs Heather Bellini ha declassato Slack a Sell, ma ha mantenuto il prezzo obiettivo a 30 dollari.

La tesi su Slack Recentemente Teams, l’app per il lavoro da remoto di Microsoft (NASDAQ:MSFT) è stata scelta di più rispetto a Slack, secondo i dati di comScore e di SensorTower. Bellini prevede che Microsoft sfrutterà il packaging di Office 365 per favorire una maggiore scelta di Teams e aumentare in tal modo la sua rivalità con Slack.

“Pertanto, esiste la possibilità che ciò influisca sul tasso di crescita a lungo termine di Slack e sulla penetrazione del suo mercato disponibile”, ha scritto l’analista in una nota.

Le conseguenze della concorrenza aggraverebbero i trend secolari che minacciano la domanda.

“Poiché la società ha una significativa esposizione verso le PMI (circa il 25% delle sue entrate proviene da società con meno di 100 dipendenti) nonché un’esposizione ai settori direttamente colpiti dalla pandemia (poco meno del 20% delle sue operazioni), vediamo un elevato rischio di disiscrizione nei prossimi 12 mesi, così come il rischio che gli ELA [accordi di licenza aziendale] delle industrie colpite vengano negoziati al ribasso a causa dei licenziamenti”, ha scritto Bellini.

Movimento dei prezzi di WORK Al momento della pubblicazione dell’articolo, le azioni di Slack erano in ribasso del 3,5%, intorno ai 33 dollari per azione.