Apple risparmia sulla batteria per ridurre i costi dell’iPhone 5G

Ecco la strategia del gruppo di Cupertino in vista del lancio dei nuovi melafonini con tecnologia 5G

Apple risparmia sulla batteria per contenere i costi dell’iPhone 5G
2' di lettura

Secondo l’analista Ming-Chi Kuo, e come riportato da MacRumors, Apple Inc (NASDAQ:AAPL) compenserà i maggiori costi derivanti dall’aggiunta dell’hardware 5G ai suoi iPhone di nuova generazione con la riduzione dei costi delle batterie che verranno utilizzate.

Cosa è successo

Il colosso tech di Cupertino dovrà infatti affrontare costi maggiori a causa dell’aggiunta della tecnologia a banda millimetrica sui nuovi iPhone, che costerà tra i 125 e i 135 dollari per unità; l’analista ha ipotizzato che l’adozione della tecnologia 5G sotto i 6GHz aumenterà ulteriormente il costo per dispositivo di 75-85 dollari, secondo MacRumors.

L’aumento dei costi sarà contrastato dalla riduzione del numero di strati nella scheda della batteria dell’iPhone e dal posizionamento dei componenti della cella in un’area più piccola, afferma Kuo.

Si ritiene che il risparmio sarà nell’ordine del 30-50% rispetto agli iPhone 11, secondo l’analista.

Kuo ha affermato che è probabile che le misure di riduzione dei costi si applicheranno anche alle batterie degli AirPod di terza generazione, che dovrebbero essere commercializzati nel 2021, poiché Apple userà un design “system-in-package” utilizzato negli AirPods Pro.

Perché è importante

L’analista aveva precedentemente accennato al fatto che i nuovi iPhone potrebbero non essere dotati dei soliti auricolari EarPod o di un alimentatore, secondo quanto riportato da Verge.

A luglio, in occasione della chiamata degli utili dell’azienda, il direttore finanziario di Apple Luca Maestri ha rivelato che i modelli di iPhone 12 sarebbero stati in ritardo di “alcune settimane”.

L’analista di Wedbush Daniel Ives ha suggerito che il 5G “costituisce un ciclo importante” per Apple, poiché circa 350 milioni di iPhone si trovano attualmente nella finestra di aggiornamento.

Movimento dei prezzi

Giovedì le azioni Apple hanno chiuso in rialzo di quasi il 2,2%, a 473,10 dollari e poi nell’after-hours sono salite di quasi lo 0,7%.

Nessun Articolo da visualizzare