Tori e orsi della settimana passata: AT&T, Apple, Tesla e altri

Diamo uno sguardo ai principali segnali rialzisti e ribassisti per la settimana appena terminata rilevati da Benzinga

Tori e orsi della settimana passata: AT&T, Apple, Tesla e altri
4' di lettura
  • La scorsa settimana Benzinga ha esaminato le prospettive di molti fra i titoli preferiti dagli investitori.
  • La scorsa settimana i titoli FAANG hanno rappresentato sia chiamate rialziste che ribassiste.
  • Altri segnali rialzisti hanno riguardato alcuni titoli di industrie e settori in difficoltà.

I tre principali indici azionari statunitensi hanno chiuso fortemente al rialzo la scorsa settimana, guidati dal guadagno di oltre il 4% del Nasdaq, registrato malgrado la persistente volatilità, dovuta in parte ai tweet del Presidente degli Stati Uniti in scia al suo trattamento contro il COVID-19; altri avvenimenti della scorsa settimana includono il dibattito vice-presidenziale così come le notizie secondo cui sarebbe stato sventato un presunto complotto terroristico interno.

Inoltre, la scorsa settimana, ha portato brutte notizie per un conglomerato vecchia scuola, un’trattamento contro il COVID-19 e un’azienda leader nel settore dello streaming video; l’azienda produttrice di iPhone ha confermato la data del suo prossimo grande evento mentre sembra che un indice azionario sia alla ricerca di una nuova casa.

In tutto questo, Benzinga ha continuato a esaminare le prospettive per molti dei titoli più apprezzati dagli investitori. Ecco alcuni degli interventi più rialzisti e ribassisti della scorsa settimana che meritano un’altra occhiata.

Prospettive al rialzo

Il rally del settore tecnologico potrebbe essersi scontrato con un piccolo ostacolo, ma Apple Inc. (NASDAQ:AAPL) e altri grandi titoli tech sono pronti per un altro movimento al rialzo, secondo “Wedbush, analisti prevedono rally tecnologico di fine anno“, di Shanthi Rexaline.

In “Palihapitiya parla di “valutazione erronea” di Tesla“, Neer Varshney si concentra sul modo in cui Tesla Inc (NASDAQ:TSLA) potrebbe essere incompresa e sottovalutata da analisti e investitori; scopri perché il settore sempre più affollato dei veicoli elettrici non rappresenterebbe un problema per l’azienda di Palo Alto.

Perché Barclays sta diventando rialzista su 4 aziende retail“, di Jayson Derrick, spiega perché uno dei migliori analisti in circolazione abbia alzato il rating di American Eagle Outfitters Inc. (NYSE:AEO) e di alcuni altri rivenditori di centri commerciali dopo dieci anni di visione ribassista. La positività è giustificata?

US Bancorp, upgrade di BofA: i rischi lasciano il posto ai vantaggi“, di Priya Nigam, rivela perché la recente attività potrebbe indicare un forte rimbalzo del titolo US Bancorp (NYSE:USB) per il resto dell’anno.

In “General Electric potrà far leva sullo scenario post-vaccino“, scopri perché General Electric Co. (NYSE:GE) potrebbe uscire più forte di prima in un’economia post-pandemia.

Per ulteriori segnali rialzisti registrati la scorsa settimana, dai un’occhiata anche a questi post:

Prospettive al ribasso

Chiusa inchiesta antitrust su Amazon, Facebook, Apple, Google“, di Shivdeep Dhaliwal, mostra le conclusioni raggiunte da una commissione del Congresso su Amazon.com Inc. (NASDAQ:AMZN) e altri colossi tech.

Dopo prestazioni stellari nella prima metà dell’anno, le aspettative per Netflix Inc. (NASDAQ:NFLX) sono attenuate per il terzo trimestre: così dice “7 indicatori preoccupanti che indicano rischi per Netflix“, di Shanthi Rexaline.

In “KeyBanc ribassista su AT&T: pressioni macroeconomiche sui consumatori“, di Priya Nigam, osserviamo come, malgrado le elevate aspettative, AT&T Inc. (NYSE:T) potrebbe essere “sfidata in modo secolare e competitivo”.

Il settore crocieristico ha bisogno di supporto vitale in vista del quarto trimestre“, di Wayne Duggan, ci fa vedere per quale motivo sembra che ci siano poche speranze di miglioramento nel breve termine per Carnival Corp. (NYSE:CCL) e per i rivali del settore.

L’articolo “ETF sui titoli finanziari riceve rating ‘speculativo’“, di Todd Shriber, discute di come i tassi di interesse storicamente bassi e i crescenti accantonamenti per perdite su prestiti abbiano fatto sprofondare il Financial Select Sector SPDR (NYSE:XLF).

Assicurati di leggere anche “Azioni in territorio da bolla: colpa delle SPAC e del denaro gratis” e “Powell della Fed sulla ripresa economica: ‘ancora una lunga strada da percorrere’” per ulteriori segnali ribassisti della scorsa settimana.

Al momento della stesura di questo articolo l’autore non possedeva azioni dei titoli citati.

Tieniti aggiornato su tutte le ultime notizie e idee di trading seguendo Benzinga Italia su Twitter.