Pre-market: futures USA piatti, attesa per il Beige Book della Fed

Un’occhiata ai mercati; focus anche sui dati dei prezzi al consumo

Sedute USA
3' di lettura

Movimenti in pre-apertura

Nei primi scambi in pre-market i futures azionari statunitensi risultavano piatti, dopo i modesti guadagni registrati nella sessione precedente su prospettive di ulteriori misure di stimolo economico. Gli investitori sono in attesa dei resoconti degli utili di IHS Markit Ltd (NYSE:INFO) e Shaw Communications Inc (NYSE:SJR).

L’indice dei prezzi al consumo per il mese di dicembre sarà pubblicato alle ore 8:30 ET: i prezzi al consumo dovrebbero essere aumentati dello 0,4% su base mensile rispetto al +0,2% registrato a novembre. Il Federal Open Market Committee (FOMC) pubblicherà il suo ultimo rapporto Beige Book alle 14:00 ET. Il presidente della Federal Reserve di St. Louis, James Bullard, prenderà la parola alle 9:30 ET, mentre Lael Brainard, membro del consiglio dei governatori della Federal Reserve, interverrà alle 13:00 ET; il presidente della Federal Reserve di Filadelfia, Patrick Harker, parlerà alle 14:00 ET, infine il Vicepresidente della Federal Reserve Richard Clarida interverrà alle 15:00 ET.

I futures sull’indice Dow Jones hanno perso 6 punti, attestandosi a 30.968, mentre quelli sull’S&P 500 sono in diminuzione di 2 punti, a quota 3.792,50. I futures sul Nasdaq sono in rialzo di 4,50 punti, a 12.894,75.

Ad oggi negli Stati Uniti è stato registrato il numero più elevato di casi e di decessi per coronavirus al mondo, con un totale di oltre 22.846.790 contagi e circa 380.790 vittime; intanto l’India ha confermato almeno 10.495.140 casi di COVID-19, mentre il Brasile ha registrato un totale di oltre 8.195.630 casi confermati.

I prezzi del petrolio sono saliti, coi futures sul Brent in aumento dello 0,4% a 56,79 dollari al barile; i futures sul WTI hanno registrato un rialzo dello 0,3% a 53,38 dollari al barile. Nella tarda giornata di martedì l’American Petroleum Institute ha riportato un calo di 5,821 milioni di barili nelle scorte di greggio USA per la settimana terminata l’8 gennaio. Il rapporto settimanale dell’Energy Information Administration sugli inventari petroliferi negli Stati Uniti verrà diffuso alle 10:30 ET.

Uno sguardo ai mercati globali

Oggi i listini europei sono in leggero rialzo: l’indice spagnolo Ibex perde lo 0,1%, lo STOXX Europe 600 guadagna lo 0,1% e l’indice francese CAC 40 sale dello 0,2%, mentre l’indice tedesco DAX 30 e il FTSE 100 di Londra sono entrambi in crescita dello 0,1%. A dicembre i prezzi all’ingrosso in Germania sono diminuiti dell’1,2% su base annua.

I mercati asiatici risultano contrastati: l’indice giapponese Nikkei ha guadagnato l’1,04%, il cinese Shanghai Composite ha fatto segnare -0,27%, l’Hang Seng di Hong Kong è arretrato dello 0,15% e l’indiano BSE Sensex ha registrato una flessione dello 0,3%; l’indice australiano S&P/ASX è salito dello 0,1%. A dicembre le vendite auto in Cina sono salite del 6,4% su base annua a 2,83 milioni di unità. Sempre a dicembre, l’indice dei prezzi al consumo in India ha avuto un incremento del 4,59% su base annua, mentre la produzione industriale è diminuita dell’1,9%, sempre su base annua.

Raccomandazioni degli analisti

Jefferies ha alzato il rating di Visa Inc (NYSE:V) da Hold a Buy e ha aumentato il target price da 195 a 250 dollari.

In pre-market le azioni Visa hanno avuto una crescita dello 0,7% a 210,30 dollari.

Ultime notizie

  • Martedì KB Home (NYSE:KBH) ha riportato risultati migliori del previsto per il quarto trimestre.
  • Il fornitore di soluzioni di pagamento Visa Inc (NYSE:V) e la società fintech Plaid Inc hanno hanno annullato i piani di fusione originariamente annunciati nel gennaio dello scorso anno.
  • Urban Outfitters, Inc. (NASDAQ:URBN) ha riportato un calo delle vendite nette dell’8,4% su base annua per i due mesi terminati il 31 dicembre 2020, mentre le vendite comparabili nel segmento retail sono diminuite del 9%.
  • Boeing Co (NYSE:BA) ha annunciato di aver consegnato 59 velivoli nel quarto trimestre del 2020, portando il totale delle consegne dell’anno scorso a 157, in calo del 59% rispetto al 2019.