Apple, i ricavi dai servizi potrebbero superare stime Wall Street

Per il trimestre di marzo il colosso di Cupertino si prepara a pubblicare numeri che probabilmente supereranno le aspettative degli analisti

Apple, i ricavi dai servizi potrebbero superare stime Wall Street
2' di lettura

È sempre più probabile che Apple Inc. (NASDAQ:AAPL) supererà le stime di consenso degli analisti sui ricavi del segmento servizi nel trimestre di marzo grazie alla robusta crescita dei ricavi degli sviluppatori di App Store, secondo l’analista di Evercore ISI Amit Daryanani.

Cosa è successo: in una nota di ricerca di martedì, Daryanani ha osservato che nonostante le stime di Wall Street indichino una decelerazione della crescita dei servizi Apple al 16% nel trimestre di marzo, l’esperto ritiene che l’attuale forza nei download di app suggerisca una “crescente probabilità di rialzo rispetto alle stime di consenso”, ha riferito Barron’s; nel precedente trimestre di dicembre, i ricavi dei servizi Apple hanno fatto un balzo del 24% a 15,76 miliardi di dollari.

Per il trimestre di marzo, Daryanani prevede una crescita dei ricavi degli sviluppatori dell’App Store del 30% a 4,4 miliardi di dollari, dopo i guadagni del 40% a gennaio e del 31% a dicembre.

Inoltre, l’analista stima che il business dei servizi Apple potrebbe crescere a un tasso di crescita composto del 19% durante l’anno fiscale di settembre 2024 e superare i 100 miliardi di dollari di ricavi, inclusi 29 miliardi da Apple Music e 6 milioni da Apple Pay; a questo punto, i servizi rappresenterebbero il 30% del fatturato complessivo di Apple e il 45% dell’utile lordo.

Daryanani prevede inoltre che Apple Arcade e Apple TV+ raggiungano gli 80-90 milioni di abbonati ciascuno nei prossimi cinque anni; l’esperto di Evercore ISI ha mantenuto sulle azioni Apple il rating Overweight e un target price di 163 dollari.

Leggi anche: Apple, mancata acquisizione di Netflix “errore strategico”

Perché è importante: il business dei servizi Apple, che include offerte di abbonamento a musica, video, giochi e fitness, è ora il secondo maggior segmento del colosso tech dopo l’iPhone; la società ha accresciuto la sua attenzione su questo comparto a causa delle vendite fiacche di iPhone negli ultimi anni.

Secondo un report di Forbes, il segmento dei servizi potrebbe rappresentare il principale motore dei profitti di Apple entro il 2025.

Movimento dei prezzi: martedì le azioni Apple hanno chiuso in calo di oltre il 2% a 125,12 dollari, ma nella sessione after-hours hanno poi recuperato quasi lo 0,4%.

Leggi anche: Apple raggiungerà market cap da $3.000mld entro fine anno?