Pre-market: futures USA in ribasso, greggio in calo

Un’occhiata ai mercati: greggio in calo di oltre il 2%, si attendono gli utili trimestrali di IHS Markit, Adobe, GameStop e AAR

Sedute USA

Movimenti in pre-apertura

Nei primi scambi in pre-market i futures azionari statunitensi sono in territorio negativo dopo che nella sessione precedente l’indice Dow Jones è salito di oltre 100 punti. Gli investitori sono in attesa dei risultati sugli utili di IHS Markit Ltd (NYSE:INFO), Adobe Inc (NASDAQ:ADBE), GameStop Corp. (NYSE:GME) e AAR Corp. (NYSE:AIR).

Il report sulle partite correnti negli Stati Uniti per il quarto trimestre sarà pubblicato alle ore 8:30 ET, mentre i dati sulle vendite di nuove case per febbraio e sull’indice manifatturiero della Federal Reserve di Richmond per marzo verranno diffusi alle 10:00 ET. Il presidente della Federal Reserve di St. Louis, James Bullard, prenderà la parola alle 9:00 ET; il presidente della Federal Reserve di Atlanta, Raphael Bostic, interverrà alle 10:10 ET; il presidente della Federal Reserve di Richmond, Thomas Barkin, parlerà alle 11:00 ET; il presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, prenderà la parola alle 12:00 ET; Lael Brainard, membro del consiglio dei governatori della Federal Reserve, parlerà alle 13:25 ET; infine, il presidente della Federal Reserve di New York, John Williams, interverrà alle 14:45 ET.

I futures sull’indice Dow Jones hanno perso 150 punti, attestandosi a 32.469, mentre quelli sull’S&P 500 hanno registrato un calo di 18 punti a quota 3.912; i futures sul Nasdaq sono arretrati di 34,25 punti, a 13.037,50.

Ad oggi negli Stati Uniti è stato registrato il numero più elevato di casi e di decessi per coronavirus al mondo, con un totale di oltre 29.869.510 contagi e circa 542.940 vittime; intanto il Brasile ha confermato oltre 12.047.520 casi di COVID-19, mentre l’India ha registrato un totale di almeno 11.686.790 casi confermati.

I prezzi del petrolio sono scesi, coi futures sul Brent in calo del 2,3% a 63,11 dollari al barile; i futures sul WTI hanno registrato un ribasso del 2,2% a 60,18 dollari al barile; il report dell’American Petroleum Institute sulle scorte di greggio negli Stati Uniti verrà pubblicato nel corso della giornata di oggi.

Uno sguardo ai mercati globali

Oggi i listini europei sono per lo più in ribasso: l’indice spagnolo Ibex scende dello 0,1%, lo STOXX Europe 600 arretra dello 0,2%, l’indice francese CAC 40 perde lo 0,3%, l’indice tedesco DAX 30 fa segnare -0,4% e il FTSE 100 di Londra registra un calo dello 0,1%. Nel periodo novembre-gennaio il numero di occupati nel Regno Unito è sceso di 147.000 unità su base trimestrale a 32,37 milioni, mentre a febbraio il numero di persone che hanno richiesto sussidi di disoccupazione è aumentato di 86.600 unità a 2,7 milioni.

Anche i mercati asiatici sono per lo più in perdita: l’indice giapponese Nikkei ha perso lo 0,61%, il cinese Shanghai Composite ha fatto segnare -0,93%, l’Hang Seng di Hong Kong è sceso dell’1,34% e l’indiano BSE Sensex ha guadagnato l’1%; l’indice australiano S&P/ASX 200 è arretrato dello 0,1%.

Raccomandazioni degli analisti

Gli analisti di KeyBanc hanno mantenuto sul titolo IAC/Interactivecorp (NASDAQ:IAC) il rating Overweight e hanno aumentato il target price da 265 a 276 dollari.

Lunedì le azioni di IAC/InterActiveCorp sono salite del 2,5% chiudendo a 248,07 dollari.

Ultime notizie

  • Banc of California, Inc. (NYSE:BANC) ha segnalato l’acquisto di Pacific Mercantile Bancorp (NASDAQ:PMBC) al prezzo di 9,77 dollari per azione tramite accordo all-stock.
  • Microsoft Corporation (NASDAQ:MSFT) è in trattative per l’acquisizione di Discord Inc. per una cifra di oltre 10 miliardi di dollari, ha riferito Bloomberg.
  • Boeing Co (NYSE:BA) ha stipulato con un gruppo di banche un nuovo contratto di credito rotativo da 5,28 miliardi di dollari della durata di due anni, secondo un deposito normativo effettuato lunedì.
  • Zealand Pharma A/S (NASDAQ:ZEAL) ha riportato l’approvazione, da parte della Food and Drug Administration, del farmaco per iniezione Zegalogue per il trattamento dell’ipoglicemia grave nelle persone affette da diabete.

Nessun Articolo da visualizzare