Facebook, legislatori USA contro ‘Instagram for Kids’

Secondo un gruppo di esponenti Democratici negli Stati Uniti, la piattaforma di social networking non sarebbe in grado di proteggere i giovani utenti

Facebook, legislatori USA contro ‘Instagram for Kids’
3' di lettura

Un gruppo di legislatori Democratici ha espresso “serie preoccupazioni” in merito al piano che sta valutando Facebook Inc. (NASDAQ:FB) per il lancio di una nuova versione di Instagram, strumento di condivisione foto, destinata specificamente ai bambini.

Cosa è successo: i senatori Edward Markey (Democratico – Massachusetts) e Richard Blumenthal (Democratico – Connecticut), nonché i rappresentanti Lori Trahan (Democratica – Massachusetts) e Kathy Castor (Democratica – Florida) lunedì hanno scritto una lettera al CEO di Facebook, Mark Zuckerberg, chiedendo di rivelare maggiori dettagli sul piano dell’azienda in merito a una versione di Instagram per utenti di età inferiore ai 13 anni.

“Dati i precedenti insuccessi di Facebook nel proteggere i bambini e alla luce delle prove che l’utilizzo di Instagram può rappresentare una minaccia per il benessere dei giovani utenti, abbiamo serie preoccupazioni su questa proposta”, hanno scritto i legislatori nella lettera.

I legislatori hanno citato l’esempio dell’app Messenger Kids di Facebook, rivolta a bambini di età compresa fra i 6 e i 12 anni, la quale conteneva un significativo difetto di progettazione che consentiva ai bambini di entrare nelle chat di gruppo con persone che non erano state approvate dai loro genitori.

Nella lettera, inoltre, sono stati sollevati numerosi interrogativi: fra questi, ci si chiede il modo in cui Facebook gestirà i dati privati dei giovani utenti e se la piattaforma rimarrà sempre totalmente priva di pubblicità mirata; i legislatori hanno chiesto a Facebook di impegnarsi a non vendere o condividere i dati degli utenti con società terze per scopi commerciali.

I legislatori hanno affermato che se l’obiettivo di Facebook è quello di ridurre il numero di giovani utenti sulla sua attuale piattaforma Instagram, dovrebbe investire in iniziative per farlo in maniera diretta; l’approccio alternativo di Facebook “comporta sfide serie e può fare più male che bene”, hanno aggiunto i politici statunitensi.

Nella lettera si chiede a Facebook di fornire risposte ai quesiti entro il 26 aprile.

Perché è importante: Facebook ha acquisito Instagram quasi dieci anni fa per 1 miliardo di dollari, diventando uno dei prodotti più popolari della compagnia in un momento in cui la sua principale piattaforma di social networking non riusciva ad attirare alcuni degli utenti più giovani; attualmente per usare Instagram è necessario che gli utenti abbiano almeno 13 anni.

Facebook prevede di lanciare la nuova versione di Instagram per bambini nell’ambito delle iniziative per convincere le giovani generazioni a provare i suoi prodotti popolari; la società ha affermato che sta valutando la possibilità di portare su Instagram un’esperienza controllata dai genitori per aiutare i bambini a stare al passo con i loro amici e scoprire nuovi hobby e interessi.

Anche l’app Messenger Kids di Facebook, lanciata a dicembre 2017, è destinata ai pre-adolescenti; l’applicazione, priva di inserzioni pubblicitarie, viene attivata e i contatti vengono controllati tramite gli account Facebook dei genitori, un elemento che consente all’azienda di aggirare i limiti legali che vietano l’uso della piattaforma agli utenti di età inferiore ai 13 anni.

Movimento dei prezzi: martedì le azioni di Facebook hanno chiuso in calo di quasi lo 0,9% a 306,26 dollari.