Johnson & Johnson, che succede al titolo oggi?

Il vaccino contro il COVID-19 monodose di Johnson & Johnson ha mostrato dati promettenti contro la variante Delta

Johnson & Johnson, che succede al titolo oggi?
2' di lettura

Nella sessione regolare di giovedì le azioni di Johnson & Johnson (NYSE:JNJ) sono salite dello 0,7% e nel pre-market di venerdì sono in leggero aumento.

Cosa è successo

Giovedì sera Johnson & Johnson ha fatto sapere che il suo vaccino anti-Covid monodose ha mostrato una forte attività contro la variante Delta dalla rapida diffusione e contro altri ceppi emergenti del virus.

I dati hanno mostrato che la durata della risposta immunitaria dei destinatari del vaccino è stata di almeno otto mesi; il vaccino è risultato efficace all’85% contro la malattia in forma grave o critica e ha mostrato protezione contro il ricovero in ospedale e il decesso, ha affermato Johnson & Johnson.

L’UNICEF, inoltre, ha dichiarato di aver firmato un accordo a lungo termine con la divisione di J&J Janssen Pharmaceutica NV per la fornitura del vaccino anti-Covid per conto del programma COVAX; l’accordo di fornitura consentirà all’UNICEF di accedere a un massimo di 200 milioni di dosi del vaccino a singola iniezione di J&J per 92 Paesi nel 2021.

Perché è importante

L’annuncio di J&J sulla forte attività del vaccino contro la variante Delta rappresenta una spinta per l’azienda; rilevata per la prima volta in India, si prevede che nelle prossime settimane la variante Delta diventerà il ceppo dominante negli Stati Uniti, secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC).

J&J si è dovuta confrontare con alcuni problemi di sicurezza legati al suo vaccino; all’inizio di giugno è emerso che circa la metà delle 21 milioni di dosi prodotte per gli Stati Uniti è rimasta inutilizzata.

A metà giugno Reuters ha riferito che J&J mancherà il suo obiettivo di fornitura di vaccini anti-Covid all’Unione Europea per il secondo trimestre, dopo che milioni di dosi sono state ritenute non idonee all’uso.

Il vaccino di J&J doveva essere uno strumento essenziale per raggiungere le aree rurali, poiché richiede una conservazione meno rigorosa rispetto ai vaccini a due dosi di Pfizer Inc. (NYSE:PFE)/BioNTech SE (NASDAQ:BNTX) e Moderna Inc. (NASDAQ:MRNA).

Movimento dei prezzi

Nella sessione regolare di giovedì le azioni Johnson & Johnson hanno chiuso in rialzo dello 0,7% a 165,96 dollari.