Jack Dorsey: Bitcoin cruciale per il futuro di Twitter

Il CEO di Twitter e fondatore di Square Jack Dorsey ha affermato che Bitcoin avrà un “grande ruolo” nel futuro dell'azienda

Jack Dorsey: Bitcoin cruciale per il futuro di Twitter
1' di lettura

Jack Dorsey, amministratore delegato di Twitter Inc. (NYSE:TWTR), ha dichiarato durante la chiamata degli utili di giovedì che la principale criptovaluta al mondo, Bitcoin (CRYPTO:BTC), avrà un “grande ruolo” nel futuro dell’azienda.

Cosa è successo

Dorsey ha affermato che l’integrazione di Bitcoin su Twitter consentirà alla sua società di muoversi più velocemente con offerte di servizi quali e-commerce, abbonamenti, Tip Jar e Super Follows; Dorsey crede che Bitcoin sia il “candidato migliore” per diventare la valuta nativa di Internet.

Dorsey è anche il fondatore della società di pagamenti Square Inc. (NYSE:SQ), che ha investito nella principale valuta digitale al mondo.

Mercoledì, durante la conferenza ‘The B Word’, Dorsey ha parlato di come Twitter e Square utilizzeranno Bitcoin e anche delle sue grandi ambizioni per BTC; Dorsey ha detto di avere un ruolo nello spingere verso una maggiore decentralizzazione e nel supportare Bitcoin.

Leggi anche: Snap e Twitter in rialzo in Borsa dopo risultati 2° trimestre

Perché è importante

Dorsey, grande sostenitore di Bitcoin, ha sottolineato l’importanza di prendere in custodia la criptovaluta da parte degli utenti; all’inizio di questo mese l’imprenditore ha confermato che Square costruirà un wallet hardware in Bitcoin.

Quest’anno l’AD di Twitter e Square ha finanziato il lavoro di due sviluppatori sull’esploratore di blocchi BTC Mempool.space con una sovvenzione di 100.000 dollari.

A febbraio Dorsey e la star del rap Jay-Z hanno annunciato una donazione di 23,56 milioni di dollari ad un fondo fiduciario che finanzierà lo sviluppo di Bitcoin in Africa e India.

Movimento dei prezzi

Al momento della pubblicazione, Bitcoin era in rialzo giornaliero del 2,1% a 32.707,65 dollari.

Leggi anche: Twitter, modifiche privacy Apple impattano meno del previsto