Capitalizzare la transizione climatica con un approccio multi-asset: la ricetta di abrdn

1' di lettura

Secondo Craig MacKenzie (abrdn) una strategia multi-asset può offrire agli investitori un’esposizione incentrata sul tema del clima, gestendo al contempo con cautela i rischi associati a rendimenti potenzialmente più elevati

Dopo l’Europa e gli Stati Uniti, che si sono impegnati a ridurre le emissioni nette di CO2 entro il 2050, anche la Cina ha annunciato di volerlo fare entro il 2060. Grazie allo sviluppo di nuove tecnologie abbiamo la possibilità di garantire ai nostri figli un mondo più sostenibile ma molto dipenderà dalle scelte di investimento che faremo da subito.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

UN OBIETTIVO CLIMATICO CHIARO

“Tuttavia, trovare fondi di investimento con una forte esposizione alle tecnologie che renderanno possibile la transizione verso un mondo a basse emissioni può essere sorprendentemente difficile. Tali tecnologie includono i veicoli elettrici, la generazione di energia rinnovabile e le relative infrastrutture, l’efficienza energetica, le batterie e il riscaldamento rinnovabile”, fa sapere Craig MacKenzie, Head of Strategic Asset Allocation Research, abrdn. In base alla propria esperienza, il manager rivela che sono davvero pochi i prodotti finanziari effettivamente progettati per perseguire un obiettivo climatico chiaro…

Continua la lettura

Il presente articolo è stato redatto da FinanciaLounge.com.