Chi è il magnate indiano che ha superato Warren Buffett?

Ecco chi è il magnate indiano che ha scalzato Warren Buffett dalla quinta posizione.

Chi è il magnate indiano che ha superato Warren Buffett?
3' di lettura

mondo-chi-ha-preso-il-suo-posto">La settimana scorsa il Billionaires Index di Bloomberg riportava la notizia secondo cui l’oracolo di Omaha, Warren Buffett, sarebbe sceso di una posizione nella classifica delle persone più ricche del mondo. Chi ha preso il suo posto?

Ricevi una notifica con le ultime notizie, i nostri articoli e altro ancora!

Un magnate da Nuova Delhi

Il miliardario che ha scalzato Warren Buffett si chiama Gautam Adani ed è il presidente e fondatore del conglomerato industriale Adani Group.

Adani, originario di Ahmedabat, occupa ora la quinta posizione nell’elenco degli ultra ricchi.

Martedì scorso infatti il fondatore di Berkshire Hathaway Inc. (NYSE:BRK-A) (NYSE:BRK-B) ha visto la sua ricchezza netta diminuire di 2,44 miliardi di dollari; il fondatore di Adani Group al contrario ha guadagnato 6,31 miliardi a seguito di un rally dei titoli delle sue aziende quotati in India.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Attualmente Warren Buffett possiede un patrimonio di 117 miliardi di dollari, mentre Gautam Adani può contare sull’equivalente di 122 miliardi di dollari. L’uomo più ricco del mondo per ora resta di gran lunga Elon Musk, con 249 miliardi di dollari.

Chi è Gautam Adani?

Originario dello stato del Gujarat, all’estremità occidentale dell’India, Adani è figlio di un piccolo mercante tessile e, come avviene per molti imprenditori talentuosi, il suo rapporto con l’accademia non è dei più brillanti. Dopo aver lasciato la scuola a 16 anni, Adani si trasferisce a Bombay (Mumbai); lì comincia a lavorare prima nell’industria dei diamanti, poi nella fabbrica di materie plastiche avviata dal fratello. Di se stesso dice: “Fare l’imprenditore è il mio lavoro ideale, perché testa la mia tenacia”.

La sua ricchezza comincia a svilupparsi nella fabbrica del fratello grazie all’importazione del PVC negli anni ’80, al quale si affiancano presto altri polimeri; dopo l’ondata di liberalizzazioni di qualche anno dopo, la crescita prosegue nel settore dei metalli e dei tessili, con un ritorno alle origini.

Un punto cruciale nello sviluppo del business di Adani si verifica però durante gli anni ’90, quando l’imprenditore decide di concentrarsi sul settore energetico dando vita alla Adani Power Ltd. La più grande centrale termica in India, oggi, è di proprietà di Gautam Adani. Delle sue scelte di investimento dice: “La mia strategia di investimento, cioè di concentrarmi sui settori che rappresentano una priorità nazionale per l’India, non è mai cambiata nel tempo”.

Rapito nel ’96, viene rilasciato poco dopo senza riscatto. Dalla moglie Priti, che è a capo della Adani Foundation, ha avuto due figli.

Di recente la divisione energetica del conglomerato Adani Power e l’azienda di beni di largo consumo Adani Wilmar hanno superato i 1.000 miliardi di rupie nella valutazione di mercato. La crescita del valore azionario della Adani Group l’ha portato fino alla quinta posizione in classifica, tre posti sopra il connazionale Mukesh Ambani.

Andamento del titolo

Da inizio anno il titolo Adani Power (NSE:ADANIPOWER) ha guadagnato il 176,21% portandosi a 279,80 rupie, pari a circa 3,66 dollari. Adani Wilmar (NSE:AWL) ha invece guadagnato il 180,15% a 751,50 rupie, pari a circa 9,81 dollari.

Foto di proprietà di Wikimedia Commons.

Tieniti aggiornato su tutte le ultime notizie e le idee di trading seguendo Benzinga Italia su Twitter.