5 titoli ad alto dividend yield per affrontare la recessione

Di seguito, ecco 5 titoli quotati in Borsa con un alto dividend yield per poter mitigare l’impatto del mercato ribassista sul portafoglio

5 titoli ad alto dividend yield per affrontare la recessione
3' di lettura

Poiché il settore sanitario ha realizzato enormi quantità di profitti durante la pandemia di COVID-19, molte aziende sanitarie incrementeranno i dividendi per invogliare gli investitori ad acquistare i loro titoli.

Con l’indice S&P 500 in calo di circa il 13% da inizio anno e il dividend yield medio nel settore sanitario all’1,58%, gli investitori in dividendi hanno molte opportunità per mitigare l’impatto del mercato ribassista sul proprio portafoglio, secondo Dividend.com.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Titolo ad alto dividend yield n. 1: Viatris Inc (NASDAQ:VTRS)

Viatris offre un dividend yield annuale del 4,97% o 0,48 dollari per azione. L’azienda ha incrementato il dividendo soltanto una volta nell’ultimo anno. Viatris ha ripagato 840 milioni di dollari di debiti ed è sulla buona strada per ridurre la sua posizione debitoria di altri 2 miliardi al fine di mantenere il suo rating ‘investment grade’ per il 2022.

Viatris è un’azienda sanitaria mondiale che opera nei mercati sviluppati, nell’area della Grande Cina e nei mercati emergenti. Offre farmaci su prescrizione, farmaci generici, biosimilari e principi attivi farmaceutici.

Titolo ad alto dividend yield n. 2: Gilead Sciences Inc (NASDAQ:GILD)

Gilead Sciences offre un dividend yield annuo del 4,89% o 2,92 dollari per azione e ha costantemente aumentato i dividendi negli ultimi 7 anni. Nel primo trimestre 2022 le vendite di Biktarvy sono aumentate del 18% su base annua a 2,2 miliardi di dollari e le vendite del segmento Oncologia sono balzate del 60% su base annua a 420 milioni.

Gilead è un’azienda biofarmaceutica che scopre, sviluppa e commercializza medicinali negli Stati Uniti e a livello internazionale, fornendo trattamenti per HIV/AIDS e COVID-19.

Titolo ad alto dividend yield n. 3: Abbvie Inc (NYSE:ABBV)

Abbvie offre un dividend yield annuale del 4,02% o 5,64 dollari per azione e ha costantemente incrementato i suoi dividendi negli ultimi 50 anni. I ricavi netti globali di Humira sono stati di 5,363 miliardi di dollari (+5,8%), quelli di Skyrizi sono stati di 1,252 miliardi (+85,9%) e quelli di Rinvoq sono stati di 592 milioni (+56,3%).

Abbvie scopre, produce e vende farmaci e terapie avanzate in tutto il mondo, offrendo farmaci come Humira, Skyrizi e Rinvoq.

Titolo ad alto dividend yield n. 4: Cardinal Health Inc (NYSE:CAH)

Cardinal Health offre un dividend yield annuale del 3,3% o 1,98 dollari per azione e aumentato i suoi dividendi negli ultimi 36 anni. Nel terzo trimestre dell’esercizio 2022 Cardinal ha registrato un fatturato di 44,8 miliardi di dollari, in aumento del 14% rispetto al terzo trimestre dello scorso anno, sebbene abbia registrato rettifiche di valore dell’avviamento ante imposte pari a 97 milioni.

Cardinal Health opera negli Stati Uniti e a livello internazionale come azienda di servizi e prodotti sanitari integrati, fornendo soluzioni personalizzate per ospedali, sistemi sanitari, farmacie, centri chirurgici, laboratori e pazienti, nonché prodotti farmaceutici generici, di marca e specialistici.

Titolo ad alto dividend yield n. 5: CVS Health Corp (NYSE:CVS)

CVS Health offre un dividend yield annuale del 2,29% o 2,20 dollari per azione. L’azienda mostra un percorso incoerente di aumento dei dividendi, dal momento che c’è stato un solo incremento negli ultimi quattro trimestri. Nel primo trimestre 2022 CVS ha aumentato il dividendo trimestrale del 10% (diventato effettivo il 1° febbraio 2022), restituendo 722 milioni di dollari agli azionisti; inoltre, ha effettuato un buyback di circa 19,1 milioni di azioni ordinarie, la prima volta dal 2017.

CVS fornisce servizi sanitari negli Stati Uniti operando nei segmenti di assistenza sanitaria, servizi di farmacia e vendita al dettaglio specialistica con circa 9.000 punti vendita.