8 titoli “catalizzatori” per la prossima settimana

Di seguito, otto potenziali catalizzatori che potrebbero spostare i mercati la prossima settimana

Sedute USA
2' di lettura

Venerdì l’SPDR S&P 500 (ARCA:SPY) ha chiuso in tono minore, dopo un’altra settimana turbolenta a Wall Street. Ecco otto potenziali elementi chiave che potrebbero muovere i mercati la prossima settimana.

Mercoledì, il presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, e il segretario al Tesoro Steven Mnuchin testimonieranno davanti al comitato dei servizi finanziari della Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti. La testimonianza di Mnuchin e Powell dovrebbe concentrarsi principalmente sulla risposta della nazione alla pandemia di coronavirus.

Venerdì il Dipartimento del Lavoro riporterà i dati sui posti di lavoro negli Stati Uniti nel mese di giugno. Il report sul lavoro di maggio ha rivelato dati sorprendentemente positivi, facendo salire in un primo momento i prezzi delle azioni in modo vertiginoso.

Gli investitori guarderanno anche i numeri giornalieri sui contagi e i decessi da COVID-19 e le potenziali risposte da parte di aziende e Stati, in seguito al numero record di casi giornalieri registrato la scorsa settimana negli USA.

Lo stato del Texas è stato costretto a chiudere nuovamente le attività a causa di un’impennata dei casi di coronavirus, e qualsiasi ulteriore indicazione sulla possibilità che le attività economiche possano richiudere potrebbe rivelarsi una cattiva notizia per i prezzi dei titoli.

Martedì, il colosso delle consegne FedEx Corporation (NYSE:FDX) riferirà gli utili fiscali del quarto trimestre. Lo scorso trimestre il gruppo ha registrato una crescita dei ricavi del 2,8% ma un marcato calo dell’utile netto del 57,3% a causa della pandemia.

Mercoledì, anche la catena di centri commerciali Macy’s Inc (NYSE:M), che sta attraversando un periodo di difficoltà, riferirà gli utili del primo trimestre. La compagnia sta gradualmente riaprendo i negozi rimasti chiusi nelle ultime settimane, ma gli analisti si aspettano una perdita per azione di 2,57 dollari nel primo trimestre e un calo dei ricavi del 32,9% su base annua.

Mercoledì, Dun & Bradstreet Holdings, Inc. (NYSE:DNB) dovrebbe effettuare la sua IPO, con una raccolta di circa 1,4 miliardi di dollari grazie alla vendita delle azioni ad un prezzo compreso fra i 19 e i 21 dollari. Dun & Bradstreet è uno tra i più longevi fornitori di dati e analisi per Wall Street.

Inovio Pharmaceuticals Inc (NASDAQ:INO) deve ancora pubblicare i risultati provvisori degli studi clinici di Fase 1 per il suo candidato vaccino contro il COVID-19; secondo l’azienda i dati verranno riportati a “fine giugno”. Mercoledì i titoli di Ford Motor Company (NYSE:F) e General Motors Company (NYSE:GM) potrebbero muoversi in Borsa, poiché Autodata pubblicherà i numeri sulle vendite dei veicoli per il mese di giugno. Il dato sulle vendite di auto per maggio è di soli 12,2 milioni di veicoli, in calo rispetto ai 17,3 milioni di un anno fa.