Prima dell’apertura di Wall Street, futures in calo

Un’occhiata ai mercati; i futures azionari USA reagiscono agli utili delle big tech

Sedute USA
3' di lettura

Movimenti in pre-apertura

Nei primi scambi pre-market i futures azionari statunitensi sono in ribasso, in seguito alla pubblicazione dei resoconti degli utili delle grandi società tecnologiche; gli investitori ora attendono i report degli utili di Honeywell International Inc. (NYSE:HON), Charter Communications Inc (NASDAQ:CHTR), Colgate-Palmolive Company (NYSE:CL), Phillips 66 (NYSE:PSX) ed Exxon Mobil Corporation (NYSE:XOM). Wall Street ha chiuso la sessione precedente al rialzo poiché nel terzo trimestre il PIL degli Stati Uniti è cresciuto a un ritmo record.

I dati sul reddito e sulle spese personali per settembre e l’indice del costo del lavoro per il terzo trimestre saranno resi noti alle 8:30 ET. L’indice PMI di Chicago sarà pubblicato alle 9:45 ET, mentre l’indice di fiducia dei consumatori dell’Università del Michigan per il mese di ottobre verrà comunicato alle 10:00 ET.

I futures sull’indice Dow Jones hanno perso 312 punti, attestandosi a 26.245, mentre quelli sull’S&P 500 sono in diminuzione di 38,05 punti, a quota 3.264,25. I futures sul Nasdaq sono in ribasso di 178,75 punti, a 11.164.

Ad oggi negli Stati Uniti è stato registrato il numero più alto di casi e di decessi per coronavirus nel mondo, con un totale di oltre 8.946.690 contagi e circa 228.660 vittime. Intanto l’India ha confermato almeno 8.088.850 casi di COVID-19, mentre il Brasile ha registrato un totale di oltre 5.494.370 casi confermati.

I prezzi del petrolio sono saliti, coi futures sul Brent in aumento dello 0,5%, a 38,46 dollari al barile; i futures sul WTI hanno registrato un rialzo dello 0,6%, a 36,37 dollari al barile. Il resoconto Baker Hughes sul conteggio delle trivellazioni nell’area nordamericana per la scorsa settimana sarà diffuso alle 13:00 ET.

Uno sguardo ai mercati globali

Oggi i mercati europei sono contrastanti; l’indice spagnolo Ibex è in aumento dello 0,6%, lo STOXX Europe 600 guadagna lo 0,1%, l’indice francese CAC 40 sale dello 0,3%, il tedesco DAX 30 perde lo 0,2% e il FTSE 100 di Londra segna -0,1%. Nel terzo trimestre il PIL della Germania è cresciuto ad una cifra record dell’8,2%, mentre nello stesso periodo l’economia spagnola è cresciuta del 16,7% sul trimestre precedente; infine, nel terzo trimestre l’economia francese è cresciuta a un ritmo del 18,2%.

Oggi i mercati asiatici hanno avuto una flessione; l’indice giapponese Nikkei è sceso dell’1,52%, il cinese Shanghai Composite ha perso l’1,47%, l’indice Hang Seng di Hong Kong ha lasciato sul terreno l’1,52%, l’indiano BSE Sensex ha registrato una diminuzione dello 0,5% e l’australiano S&P/ASX 200 ha perso lo 0,6%. Nel terzo trimestre l’indice dei prezzi alla produzione per la domanda finale in Australia è aumentato dello 0,4%, mentre a settembre la produzione industriale in Giappone ha guadagnato il 4%.

Raccomandazioni degli analisti

Gli analisti di KeyBanc hanno declassato PROS Holdings, Inc. (NYSE:PRO) da Overweight a Sector Weight.

Negli scambi pre-market le azioni della società sono scese dello 0,4%, a 31,28 dollari.

Ultime notizie

  • Amazon.com, Inc. (NASDAQ:AMZN) ha riportato risultati superiori alle attese per il terzo trimestre; la società prevede che i ricavi del quarto trimestre saranno compresi fra 112 e 121 miliardi di dollari, ovvero una crescita su base annua compresa fra il 28 e il 38%.
  • Apple Inc. (NASDAQ:AAPL) ha annunciato risultati migliori del previsto per il quarto trimestre fiscale; il prodotto di punta di Apple, l’iPhone, ha ottenuto ricavi per 26,44 miliardi di dollari, in calo del 20,7%.
  • Giovedì Facebook, Inc. (NASDAQ:FB) ha riportato risultati positivi per il terzo trimestre, con gli utenti attivi giornalieri che sono aumentati su base annua del 12%, a 1,82 miliardi; nel quarto trimestre la direzione prevede un’accelerazione su base sequenziale della crescita dei ricavi pubblicitari, mentre il 2021 resta un anno di “significativa” incertezza.
  • Giovedì Alphabet Inc (NASDAQ:GOOGL) ha riportato risultati migliori del previsto per il terzo trimestre.