IPO Airbnb: 5 cose che dovrebbero sapere gli investitori

Oggi l’azienda ha presentato i documenti per l’offerta pubblica iniziale presso la Securities and Exchange Commission (SEC)

IPO Airbnb: 5 cose che dovrebbero sapere gli investitori

Una delle offerte pubbliche iniziali più attese degli ultimi anni potrebbe avere luogo presto, visto che lunedì Airbnb ha presentato il proprio deposito S-1: diamo una prima occhiata ai punti e alle cifre chiave di Airbnb, che verrà quotata sul Nasdaq con il ticker ‘ABNB’.

1. Ampia base di clienti/host: Airbnb ha oltre 4 milioni di host in tutto il mondo, l’86% dei quali proviene da fuori degli Stati Uniti.

L’azienda ha 5,6 milioni di elenchi attivi; nel 2019, la società aveva 54 milioni di booker attivi e oltre 247 milioni di ospiti in arrivo.

2. Situazione finanziaria: nel 2019 Airbnb ha registrato entrate lorde da prenotazioni pari a 38 miliardi di dollari, con un aumento su base annua del 29%. I ricavi per il 2019 sono aumentati del 32%, a 4,8 miliardi di dollari.

La società ha registrato una rapida crescita dei ricavi dal 2017 al 2019, con importi che negli ultimi tre anni sono passati da 2,56 a 3,65 miliardi di dollari, e poi a 4,81 miliardi.

Le prenotazioni lorde per i primi nove mesi del 2020 sono diminuite su base annua del 39%, a 18 miliardi di dollari; nei primi nove mesi dell’anno i ricavi sono diminuiti su base annua del 32%, a 2,5 miliardi di dollari.

3. Impatto del COVID-19: le restrizioni di viaggio dovute al COVID-19 hanno causato un calo del numero di notti e di attività prenotate.

Gennaio e febbraio hanno entrambi registrato un rialzo su base annua per quanto riguarda le notti prenotate, con guadagni rispettivamente del 22% e del 12%, mentre a marzo e aprile il dato ha registrato cali a tre cifre su base annua.

I mesi di luglio, agosto e settembre hanno visto una ripresa, con un calo delle notti prenotate su base annua del 28% per ogni mese.

4. Gli host avranno accesso alle azioni: Airbnb offrirà azioni ai suoi host attraverso un programma dedicato; l’offerta sarà disponibile per gli host statunitensi idonei che hanno ospitato sulla piattaforma Airbnb nel 2019 e nel 2020.

Nel deposito presso la SEC, Airbnb elenca 9,2 milioni di azioni nell’ambito di questo programma, chiamato Host Endowment; l’offerta offrirà agli host la possibilità di investire nel successo dell’azienda al prezzo di offerta.

5. Piani di crescita: Airbnb ha in programma di far crescere la sua azienda e il suo fatturato sbloccando una maggiore quantità di hosting, facendo crescere e coinvolgendo la sua comunità di ospiti, investendo nel loro marchio, espandendo la rete globale e innovando il design della piattaforma.

Nel suo deposito, Airbnb indica una dimensione utilizzabile di mercato disponibile pari ad 1,5 trilioni di dollari, composta da 1,2 trilioni per soggiorni a breve termine e da 239 miliardi per le esperienze.