Prima dell’apertura di Wall Street, 09/12/2020

Un’occhiata ai mercati; aumento dei futures azionari USA; greggio in aumento dell’1%

Sedute USA
3' di lettura

Movimenti in pre-apertura

Nei primi scambi in pre-market i futures azionari statunitensi sono in rialzo, dopo che nella sessione precedente l’indice S&P 500 ha chiuso per la prima volta sopra quota 3.700 punti. Gli investitori sono in attesa dei resoconti degli utili di Campbell Soup Company (NYSE:CPB), United Natural Foods Inc (NYSE:UNFI) e Adobe Inc (NASDAQ:ADBE).

Il rapporto JOLTS del Dipartimento del Lavoro USA e i dati sugli inventari all’ingrosso per ottobre saranno pubblicati alle 10:00 ET.

I futures sull’indice Dow Jones hanno guadagnato 97 punti, attestandosi a 30.267, mentre quelli sull’S&P 500 sono in aumento di 9,75 punti, a quota 3.711,75. I futures sul Nasdaq sono in ribasso di 0,25 punti, a 12.637,25.

Ad oggi negli Stati Uniti è stato registrato il numero più elevato di casi e di decessi per coronavirus al mondo, con un totale di oltre 15.171.930 contagi e circa 286.310 vittime; intanto l’India ha confermato almeno 9.735.850 casi di COVID-19, mentre il Brasile ha registrato un totale di oltre 6.674.990 casi confermati.

I prezzi del petrolio sono saliti, coi futures sul Brent in aumento dell’1,1%, a 49,38 dollari al barile; anche i futures sul WTI hanno registrato un rialzo dell’1,1%, a 46,09 dollari al barile. Martedì scorso, l’American Petroleum Institute ha rivelato un aumento inaspettato di 1,4 milioni di barili nelle scorte di greggio degli Stati Uniti. Il rapporto settimanale dell’Energy Information Administration sulle scorte di petrolio negli USA sarà diffuso alle 10:30 ET.

Uno sguardo ai mercati globali

Oggi i mercati europei sono in verde: l’indice spagnolo Ibex guadagna lo 0,4%, lo STOXX Europe 600 sale dello 0,5%, l’indice francese CAC 40 è in rialzo dello 0,3%, il tedesco DAX 30 guadagna lo 0,8% e il FTSE 100 di Londra è in crescita dello 0,5%. Durante il terzo trimestre, il PIL dell’Eurozona è aumentato del 12,5% su base trimestrale ma è diminuito del 4,3% su base annua. Ad ottobre, la produzione industriale della Spagna è diminuita dell’1,6% su base annua; nello stesso mese, l’avanzo della bilancia commerciale della Germania è aumentato a 18,2 miliardi di euro.

Anche i mercati asiatici sono in territorio positivo: l’indice giapponese Nikkei ha guadagnato l’1,33%, il cinese Shanghai Composite ha fatto segnare -1,12%, l’Hang Seng di Hong Kong è salito dello 0,75% e l’indiano BSE Sensex ha registrato un incremento dell’1%; l’indice australiano S&P/ASX ha avuto un aumento dello 0,6%. Ad ottobre, gli ordini di macchinari in Giappone sono aumentati del 17,1% su base mensile. A novembre, l’indice dei prezzi al consumo della Cina è diminuito dello 0,5% su base annua, mentre l’indice dei prezzi alla produzione è in flessione dell’1,5% su base annua.

Raccomandazioni degli analisti

Gli analisti di DZ Bank hanno declassato American Express Company (NYSE:AXP) da Buy a Hold e hanno annunciato un target price di 128 dollari.

Martedì le azioni del gruppo sono scese dello 0,3%, chiudendo a 123,52 dollari.

Ultime notizie

  • Uber Technologies Inc (NYSE:UBER) ha annunciato l’intenzione di vendere la sua divisione di aerotaxi Uber Elevate a Joby Aviation; inoltre, all’inizio di questa settimana, la società di ride-sharing ha annunciato la vendita della sua attività di guida autonoma ad Aurora Innovation.
  • Martedì, DoorDash Inc ha fissato il prezzo della sua offerta pubblica iniziale a 102 dollari per azione.
  • FireEye (NASDAQ:FEYE) ha dichiarato di aver subito una violazione e che gli hacker hanno avuto l’accesso agli strumenti interni dell’azienda. FireEye sta lavorando alle indagini con l’ausilio dell’FBI e di Microsoft.
  • GameStop Corp. (NYSE:GME) ha riportato una perdita inferiore al previsto per il terzo trimestre, mentre le vendite hanno mancato le stime degli analisti; la società, inoltre, ha presentato un’offerta di azioni ordinarie per una cifra massima di 100 milioni di dollari.