Allison Beer su banking e investimento digitale

La direttrice di Chase Digital, divisione di JPMorgan, interviene anche sul tema delle cosiddette tendenze dirompenti

Allison Beer su banking e investimento digitale
4' di lettura

La pandemia di coronavirus ha accelerato le tendenze della finanza digitale.

Questa è l’opinione di Allison Beer, direttrice di Chase Digital, divisione di digital banking e innovazione di JPMorgan Chase & Co (NYSE:JPM).

Nel corso della sua carriera nei servizi finanziari presso American Express Company (NYSE:AXP), oltre che presso altre startup e organizzazioni no profit, l’ex alunna dell’Università di Yale ha assistito e agito in prima persona nell’ambito delle tendenze dirompenti.

Il digital banking è al primo posto per Chase, ha affermato Beer. 

“Il mio team si occupa di tutto, dai pagamenti a tutti i nostri prodotti e canali digitali”, ha dichiarato parlando della produzione di tecnologie inclusive insieme a un gruppo eterogeneo di talenti.

“L’attenzione per noi è rivolta proprio a quali sono le tendenze che stanno abbracciando i clienti, e a come le applichiamo alla nostra attività”.

Tendenze dirompenti: in un rapporto del 15 dicembre sugli atteggiamenti legati al digital banking, Chase ha evidenziato l’impatto della pandemia sulle iniziative di benessere finanziario.

In particolare, otto clienti su dieci hanno cambiato il loro approccio alla finanza in maniera sostanziale come conseguenza del COVID-19; i consumatori stanno rivedendo frequentemente le loro finanze, oltre a spendere meno e risparmiare di più in generale.

Sebbene accelerata dal COVID-19, era già da un po’ che stava permeando questa particolare tendenza, alla luce della rivoluzione fintech che ha sempre più coinvolto le persone nella gestione delle proprie finanze.

Beer elogia le soluzioni fintech emergenti, ma ha affermato che alla fine i consumatori sono alla ricerca di soluzioni olistiche, generalizzate e confezionate.

“Possiamo tutti essere deliziati dalle nuove innovazioni, ma queste hanno la capacità di resistere? E servono davvero alle esigenze primarie dei clienti?”

I consumatori chiedono che istituzioni affidabili come Chase forniscano esperienze finanziarie personalizzate a basso costo, ha affermato Beer. 

“Ci sono molti clienti indipendenti che desiderano essere in grado di fare – digitalmente – cose che prima non erano in grado di fare”, ha proseguito il capo di Chase Digital.

“Per ognuno di noi che sta davvero cercando di soddisfare i clienti quest’anno e il prossimo, dobbiamo concentrarci su cose come l’automazione, rendendo incredibilmente facile per loro gestire le proprie finanze”.

Utilizzando metodologie intelligenti, Chase decomprimerà i dati dei clienti e fornirà informazioni su spesa, risparmio, credito e investimento su cui i clienti possono quindi agire, il tutto in un unico posto, secondo Beer. 

“L’obiettivo è quello di rimuovere tutte le barriere rimanenti, in modo che i nostri prodotti funzionino perfettamente, insieme”, ha detto Beer parlando del principale elemento di differenziazione di Chase; “i clienti possono avere accesso a tutte le loro informazioni in un unico posto”.

A titolo di esempio, Chase dispone di una piattaforma mobile con la quale i clienti possono monitorare le abitudini e le tendenze di spesa quotidiana tramite ‘Today’s Snapshot’, accettare offerte e gestire prestiti, carte, conti e investimenti.

“Quello che abbiamo è la complessità di una gamma completa di soluzioni finanziarie, e la personalizzazione è davvero la chiave affinché questa sia un’esperienza completa”, ha proseguito Beer.

“L’app Chase Mobile è veramente personalizzata per te… e non ci sono attriti o funzionalità che non siano rilevanti”.

All’ingresso, gli utenti vengono accolti con approfondimenti e suggerimenti personalizzati sulla spesa; da lì, possono gestire gli account o automatizzare altri aspetti della loro avventura finanziaria.

“Per noi si tratta di pagare, risparmiare e investire automaticamente, e di aiutare davvero il maggior numero possibile di clienti a eliminare gli attriti dalla gestione delle proprie finanze; in diversi modi, l’app li imposta verso l’adozione di abitudini finanziarie sane”.

La piattaforma di Chase per l’innovazione digitale: dato che quattro clienti su cinque di Chase cercano di gestire le proprie finanze digitalmente, Beer ha affermato che la banca sta cercando proprio di aumentare la sua innovazione digitale.

“Quello che stiamo sentendo ora dai clienti è che vogliono che le cose siano più facili”, ha spiegato Beer; “il nostro obiettivo dovrebbe essere la semplificazione, continuare a far funzionare meglio i servizi finanziari per i clienti e aiutarli davvero con gli strumenti e i consigli che circondano tali servizi finanziari”.

Chase sta cercando di esercitare le sue capacità fondamentali e di fare nuovi investimenti digitali offrendo soluzioni aggiuntive come il Chase Business Complete Banking, un prodotto che consente alle piccole imprese di gestire meglio il proprio business, e You Invest.

“Possono ottenere una carta di credito, un conto corrente e iniziare ad accettare pagamenti, tutto con gli stessi prodotti; allo stesso modo, abbiamo il nostro Chase First Banking, che consente ai genitori di avere gli strumenti per aiutare a educare i propri figli sulle buone abitudini finanziarie”, ha concluso Beer.  

In generale, in Chase, tutte le comunità di consumatori e le famiglie possono aspettarsi una chiara prospettiva di indipendenza finanziaria.

“Siamo semplicemente molto concentrati nell’assicurarci di servire ogni famiglia in America”, ha dichiarato Beer a Benzinga.