Ethereum, perché è l’unica criptovaluta in aumento

Le altre valute digitali, compresa Bitcoin, sono in territorio negativo

Ethereum, perché è l’unica criptovaluta in aumento
3' di lettura

Al momento della pubblicazione, Bitcoin (BTC) era in rosso e scambiato sopra il livello dei 32.000 dollari, con quasi tutte le principali altcoin in ribasso, sia pur con un’eccezione notevole rappresentata da Ethereum (ETH).

Ricevi una notifica con le ultime notizie, i nostri articoli e altro ancora!

Cosa è successo: la principale criptovaluta del mondo ha perso il 2,92% a 32.004,18 dollari, mentre ETH, la seconda altcoin in termini di capitalizzazione di mercato, ha registrato un aumento dell’8,84% a 1.056,50 dollari.

Lunedì Grayscale Bitcoin Trust (OTC:GBTC) e Grayscale Ethereum Trust (OTC:ETHE) hanno chiuso rispettivamente in crescita del 9,63% a 35,08 dollari e in calo del 22,58% a 12 dollari.

Litecoin (LTC) e Bitcoin Cash (BCH) hanno ceduto rispettivamente il 3,41% a 153,15 dollari e il 2,6% e 410,23 dollari.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Chainlink (LINK) ha avuto una flessione del 3,97% a 13,55 dollari, mentre Monero (XMR) ha lasciato sul terreno il 7,14% a 131,97 dollari.

XRP è salito dello 0,57% a 0,23 dollari.

Le banche USA regolamentate a livello federale sono state autorizzate dall’Office of the Comptroller of the Currency (OCC) a condurre pagamenti e altre attività in stablecoin, come dichiarato lunedì dall’autorità regolatoria.

“Gli Stati Uniti si sono affidati al nostro settore dell’innovazione per fornire tecnologie di pagamento in tempo reale; alcune di queste tecnologie sono create e gestite da consorzi bancari e altre si basano su reti di verifica dei nodi indipendenti come le blockchain”, ha affermato l’Acting Comptroller of the Currency, Brian Brooks.

Ethereum è utilizzato prevalentemente come protocollo di regolamento dei pagamenti con stablecoin, ha osservato CoinDesk.

Perché è importante: l’annuncio dell’OCC rimuove l’incertezza giuridica riguardante le banche che si connettono con blockchain come nodi di convalida, secondo Brooks.

In seguito all’annuncio dell’OCC, Ethereum ha registrato un picco di quasi il 12%, poiché gode di una posizione dominante come protocollo di regolamento dei pagamenti con stablecoin, ha riferito CoinDesk.

“Dopo una raffica di notizie negative a livello normativo, gli investitori sono lieti di vedere notizie normative positive che consentono l’integrazione di stablecoin e blockchain pubblica nel settore bancario tradizionale”, ha affermato Justin Yashouafar, socio dirigente di Blockhead Capital, secondo CoinDesk.

Yashouafar ha affermato che anche altre reti di supporto delle stablecoin, come Algorand e Solana (che supportano monete come Tether – USDT – e USDC di Circle), hanno registrato picchi di prezzo dopo l’annuncio.

Sempre al momento della pubblicazione, USDT ha avuto un rialzo dell’1% a 1,01 dollari, mentre USDC è leggermente arretrato dello 0,1% a 0,99 dollari.

Bitcoin potrebbe avere un ulteriore rialzo secondo gli analisti di JPMorgan, che prevedono per la criptovaluta un prezzo obiettivo di 146.000 dollari qualora questa raccogliesse lo stesso livello di afflussi degli investimenti in oro del settore privato tramite ETF o lingotti, ha riferito Bloomberg.

Guarda anche: Ethereum ruba la scena al Bitcoin superando quota $1.100

“L’affollamento sull’oro come valuta ‘alternativa’ implica un grande rialzo per Bitcoin a lungo termine”, hanno scritto gli analisti strategici.

Questi esperti predicono tale probabilità sulla base di una “convergenza di volatilità” tra oro e Bitcoin, che secondo il loro punto di vista è “improbabile si verifichi rapidamente” ed è “un processo di diversi anni”.