HubSpot, gli utili del quarto trimestre superano le stime

Vediamo come la pensano gli analisti di Morgan Stanley, Needham, Piper Sandler e Raymond James

HubSpot, gli utili del quarto trimestre superano le stime

Venerdì le azioni di HubSpot Inc (NYSE:HUBS) sono salite vertiginosamente dopo che i risultati del quarto trimestre diffusi dalla società hanno ampiamente battuto le stime di consenso e gli analisti hanno innalzato i loro target price sul titolo.

I ricavi di HubSpot hanno avuto un’impennata del 35% su base annua arrivando a 252,1 milioni di dollari, ben oltre la stima di consenso di Wall Street che si attestava a 236,7 milioni; gli utili per azione rettificati sono di 0,44 dollari, superando anche in questo caso la stima di Wall Street ferma a 0,23 dollari.

Cosa dicono gli analisti su HubSpot: l’analista di Morgan Stanley Stan Zlotsky ha mantenuto il rating Overweight e ha aumentato il target price da 436 a 567 dollari.

Ryan McDonald, analista di Needham, ha ribadito la valutazione Buy e ha aumentato il prezzo obiettivo da 400 a 520 dollari.

L’analista di Piper Sandler Brent Bracelin ha mantenuto il rating Overweight e ha incrementato il prezzo target da 488 a 600 dollari.

Infine Brian Peterson, analista di Raymond James, ha alzato la raccomandazione da Overweight a Strong Buy e ha elevato il target price da 365 a 726 dollari.

Cosa pensano gli analisti: Zlotsky è rimasto molto colpito dal fatto che HubSpot abbia battuto la sua guidance pre-COVID-19 e ha definito gli utili del quarto trimestre “eccezionali”, affermando che “il titolo merita di essere scambiato con i migliori asset SaaS in circolazione”; Zlotsky ha evidenziato sia il comprovato successo dell’azienda che le prospettive future, suddividendole quindi in quattro aree:

  • Crescita accelerata a partire dal secondo trimestre 2020 – quando la pandemia ha colpito – segnalando un aumento del 43% delle fatturazioni.
  • Sostegno alla crescita per l’intero anno 2021, con la guidance di HubSpot che implica un’ulteriore crescita del 32% su base annua.
  • La forza dell’azienda dovrebbe protrarsi nei miglioramenti delle probabilità e nel flusso di cassa libero; HubSpot ha riportato margini operativi del 9,8% rispetto alla stima di consenso del 5,9/6,2% e un flusso di cassa libero di 45,8 milioni di dollari rispetto alla stima di Wall Street di 25,9/27,2 milioni.
  • La revenue retention raggiunge livelli record sia in termini sia di capacità di mantenere i soldi dei clienti che in termini di tassi di upgrade.

Secondo McDonald di Needham, gli utili di HubSpot hanno battuto le stime degli analisti grazie allo spostamento osservato nella base clienti; l’esperto ha affermato che “le solide performance in termini di ricavi e un cambiamento positivo del mix verso abbonamenti più professionali e di livello aziendale hanno portato a una robusta sovraperformance delle fatturazioni”.

McDonald ha anche evidenziato la forte crescita di HubSpot dall’inizio della pandemia, osservando che l’azienda sta anche “sperimentando un aumento della domanda poiché le piccole imprese cercano di accelerare i loro processi di trasformazione digitale”.

Un report di Bracelin, che ha intitolato ‘Shine On You Crazy Diamond’, ha messo in evidenza sia i risultati che le dichiarazioni prospettiche di HubSpot. L’analista ha osservato che l’azienda ha superato due importanti soglie oltrepassando i 100.000 clienti e 1 miliardo di dollari di entrate ricorrenti; Bracelin ha anche notato che la guidance di HubSpot – per oltre 1,165 miliardi di dollari nel 2021 – è molto superiore alle stime, e mostrerà una crescita su base annua del 32% già alla fine del secondo trimestre.

Peterson ha affermato che “il caso rialzista è troppo forte per essere ignorato” e ha osservato che HubSpot ha molto più spazio di crescita con il suo software di e-commerce B2B.

“Con la capacità di offrire marketing, vendite, servizio clienti e ora funzionalità CMS, riteniamo che HubSpot sia sempre più vista come una delle vere piattaforme per modernizzare il software front-end B2B nel prossimo decennio”, ha concluso Peterson.

Movimento dei prezzi di HUBS: venerdì le azioni hanno chiuso in rialzo del 16,36% a 502,40 dollari.

(Foto: RebeccaChurt, via Wikimedia Commons)