Apple, fornitura ridotta per i nuovi iPad di fascia alta

Alcuni fornitori internazionali di Apple avrebbero dovuto sospendere la produzione

Apple, fornitura ridotta per i nuovi iPad di fascia alta
2' di lettura

Apple Inc (NASDAQ:AAPL) potrebbe dover affrontare scarse forniture iniziali per il nuovo iPad Pro che verrà lanciato prossimamente, come riferito lunedì da Bloomberg.

Cosa è successo: alla fine di questo mese Apple dovrebbe lanciare il suo nuovo iPad Pro da 12,9 pollici con display dotato di tecnologia MiniLed; i fornitori internazionali della società di Cupertino, tuttavia, stanno registrando uno scarso livello di resa produttiva e di recente almeno uno di loro ha dovuto, di conseguenza, sospendere la produzione, come si legge nel report di Bloomberg.

Il produttore di dispositivi iPhone e MacBook punta ancora a rivelare i prodotti alla fine di questo mese, afferma il report – che cita alcune fonti vicine alla questione; il ritardo nella produzione, comunque, potrebbe significare che la versione più grande dell’iPad Pro verrà spedita più tardi e in quantità limitate.

Secondo quanto riferito, la società di Cupertino starebbe cercando di includere uno schermo Mini-LED perlomeno nel modello da 12,9 pollici, un elemento che dovrebbe migliorare i rapporti di contrasto dello schermo e fornire un’immagine più luminosa.

L’ultimo aggiornamento dell’iPad Pro è stato effettuato da Apple a marzo 2020.

Almeno tre aziende con sede a Taiwan, vale a dire Ennostar Inc, General Interface Solution Holding Ltd. e Taiwan Surface Mounting Technology Corp, sono tra i fornitori principali della tecnologia MiniLED.

La scorsa settimana Nikkei Asia ha riferito che sia i dispositivi MacBook che iPad subiranno ritardi nella produzione a causa della carenza globale di semiconduttori.

Perché è importante: per il trimestre terminato il 26 dicembre, l’iPad ha registrato una crescita delle vendite del 41% su base annua a 8,4 miliardi di dollari (l’aumento massimo dal 2014), sostenuta dall’aumento della domanda per il lavoro da casa; questa cifra rappresenta circa l’8% delle vendite nette totali realizzate dalla società durante il trimestre – 111,44 miliardi di dollari.

Movimento dei prezzi: venerdì le azioni di Apple hanno chiuso in rialzo del 2% a 133 dollari.