Tesla, accordo con ex dipendente per codice Autopilot

L’azienda di Palo Alto ha deciso di chiudere la causa legale aperta nel 2019 contro Guangzhi Cao

Tesla, accordo con ex dipendente per codice Autopilot
1' di lettura

Tesla Inc (NASDAQ:TSLA) ha risolto una causa legale contro un ex dipendente che aveva copiato il codice sorgente della tecnologia Autopilot dell’azienda prima di lasciare l’azienda per andare a lavorare presso XMotors, divisione statunitense della casa automobilistica cinese Xpeng Inc. (NYSE:XPEV).

A marzo del 2019, Tesla aveva intentato una causa contro Guangzhi Cao, ex ingegnere dell’azienda, sostenendo che questi avrebbe caricato oltre 300.000 file e directory contenenti il codice sorgente di Autopilot sul suo account iCloud personale.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Tesla ha affermato che Cao ha cercato di nascondere le sue attività eliminando 120.000 file dal suo computer di lavoro, cancellando la cronologia del suo browser e disconnettendosi dal suo account iCloud personale.

I termini dell’accordo non sono stati resi pubblici, anche se si sa che Cao ha effettuato un pagamento in denaro a Tesla per risolvere la questione.

Cao aveva ammesso di aver caricato i dati di Autopilot mentre era un dipendente Tesla, ma ha dichiarato di aver cancellato le informazioni dopo aver lasciato l’azienda.

In una dichiarazione a Reuters, l’avvocato di Cao ha spiegato che il suo assistito non ha mai avuto accesso ai dati di Tesla dopo aver lasciato la società e che non ha fornito alcuna informazione su Tesla a XMotors o ad altre società.

La causa contro Cao non ha riguardato XMotors, la cui società madre è percepita come rivale di Tesla nel mercato cinese; XMotors ha negato di essere in possesso di informazioni riservate di Tesla.