Disney, accordo con Sony per streaming film dopo Netflix

Ecco tutto quello che c'è da sapere sul nuovo accordo che vede coinvolte Sony e Disney

Disney, accordo con Sony per streaming film dopo Netflix
2' di lettura

Walt Disney Company (NYSE:DIS) e Sony Pictures Entertainment – consociata di Sony Group Corporation (NYSE:SONY) – hanno annunciato di aver stipulato un accordo pluriennale di licenza dei contenuti che darà a Disney i diritti streaming e televisivi negli Stati Uniti per ‘Spider-Man’ e altri film in arrivo della Sony dopo un primo lancio su Netflix Inc. (NASDAQ:NFLX).

Cosa è successo: l’accordo riguarda le uscite cinematografiche di Sony dal 2022 al 2026 e inizia ad essere valido, per ciascun film, al termine della Pay One Window (la finestra di distribuzione post-sala); Disney, inoltre, si è assicurata i diritti su una libreria di titoli meno recenti della Sony, fra cui ‘Jumanji’ e ‘Hotel Transylvania’. I termini finanziari dell’accordo non sono stati resi noti.

L’accordo fornirà a Hulu, piattaforma controllata dalla Disney, un numero significativo di titoli a partire da giugno; le uscite di Sony saranno disponibili anche sui canali Disney ABC, Disney Channels, Freeform, FX e National Geographic.

Perché è importante: l’accordo offre alla Disney un potenziale di programmazione attraverso le proprie piattaforme, rendendo queste ultime le principali destinazioni per una solida raccolta di film di ‘Spider-Man’.

Dato che l’accordo include i nuovi film della Sony, Disney potrà offrire film Marvel come ‘Morbius’, il thriller di Brad Pitt ‘Bullet Train’ e la serie ‘Venom’, dopo che questi saranno stati inizialmente trasmessi su Netflix.

All’inizio di questo mese Netflix ha raggiunto un accordo per i diritti streaming esclusivi negli Stati Uniti delle uscite di film Sony durante il periodo Pay One fra l’uscita al cinema e l’anteprima in DVD/Blu-ray.

Disney+, l’esclusiva piattaforma di streaming per Disney, Pixar, Marvel, Star Wars e National Geographic, ospita già il resto delle serie dei film Marvel.

I servizi di streaming online hanno registrato un’enorme domanda a causa della chiusura dei cinema e del fatto che le persone siano state costrette a rimanere a casa per via dei lockdown dovuti alla pandemia di coronavirus; le piattaforme di video on demand in abbonamento, fra cui Disney+ e Netflix, ora si fregiano di avere milioni di abbonati in tutto il mondo.

Movimento dei prezzi: nella sessione regolare di mercoledì le azioni Disney hanno chiuso in rialzo di quasi lo 0,2% a 183,11 dollari e nella sessione after-hours hanno guadagnato un altro 0,3% a 183,67 dollari.

Nella sessione regolare le azioni Sony hanno chiuso in calo di quasi lo 0,2% a 108,44 dollari, ma nell’after-market hanno poi guadagnato quasi l’1% a 109,50 dollari.