Spotify, guanto di sfida a Clubhouse: nasce Greenroom

1' di lettura

Il nuovo social “a stanze audio” di Spotify permetterà anche la monetizzazione dei contenuti per i creator

Anche Spotify propone la sua versione di Clubhouse, il social fatto di stanze audio, diventato famoso nel corso della pandemia da coronavirus. Da pochi giorni, infatti, è disponibile negli store Android e iOS l’app ‘Greenroom’, e arriverà in 135 mercati in tutto il mondo. L’obiettivo di questa nuova app è quello di mettere in contatto con il pubblico i creatori di contenuti audio, musica e podcast. Greenroom rappresenta un ulteriore passo avanti di Spotify nel settore dei social, arrivato dopo l’acquisizione di Betty Labs, società sviluppatrice di Locker Room, applicazione simile a Clubhouse ma dedicata allo sport.

COME FUNZIONA

Greenroom funziona in maniera molto simile a Clubhouse. Iscrivendosi con il proprio account Spotify o Facebook, si accede ad un sistema composto di diverse stanze ma non è necessario avere degli inviti, così come accade per il suo precedessore. La presenza di un calendario permetterà di restare aggiornati sugli eventi in base alle proprie amicizie e alle preferenze precedentemente indicate nel corso della registrazione. L’app funziona in background così come la stessa Spotify ed è possibile utilizzare le altre app contemporaneamente e avere lo schermo disattivato per risparmiare energia. Le stanze sono gestite da ‘host’, i quali possono registrare le conversazioni, dare la parola al pubblico e bannare gli utenti colpevoli di non rispettare le norme stabilite…

Continua la lettura

Il presente articolo è stato redatto da FinanciaLounge.com.