Netflix e la guerra agli account condivisi: iniziati i primi blocchi in Italia

1' di lettura

Il gigante dello streaming ha messo a punto un sistema per bloccare account condivisi a causa della riduzione dei nuovi utenti negli Usa

Sono molti gli utenti di Netflix che condividono il proprio account con altre persone per poter risparmiare sul costo dell’abbonamento. La piattaforma, infatti, permette di collegare a un solo account fino a 4 dispositivi diversi tra smartphone, PC, tablet, smart TV e console per videogiochi, e creare un massimo di 5 profili, ma sempre all’interno dello stesso nucleo familiare.
Fino a poco tempo fa, la società americana tollerava questo comportamento ma in questi giorni ha deciso di mettere fine a questa pratica che, secondo le stime della stessa azienda, riguarda il 31% degli utenti e comporta una perdita di 9 miliardi di dollari.

LA “GUERRA” ALLA CONDIVISIONE DEGLI ACCOUNT

Con l’aumentare della concorrenza nel settore dello streaming, Netflix aveva avviato una sperimentazione nel corso dello scorso mese di marzo. Un piccolo numero di utenti aveva iniziato a ricevere un SMS in cui si chiedeva di confermare di vivere con il proprietario dell’account, inserendo un codice inviato tramite e-mail o messaggio telefonico. L’idea è che se due persone vivono nella stessa casa, la procedura è facile sbrigare in pochi secondi, ma se gli utenti vivono lontani, condizione verificata tramite controllo dell’IP, questa diventa più complicata e in caso di mancata verifica, il multiutente potrebbe essere bloccato ed essere costretto ad aprire un altro account a pagamento…

Continua la lettura

Il presente articolo è stato redatto da FinanciaLounge.com.