Joe Biden promette di “farla pagare” ad aggressori di Kabul

Nell’attacco all'aeroporto Karzai di Kabul hanno perso la vita almeno 13 militari statunitensi e 60 afghani

Joe Biden promette di “farla pagare” ad aggressori di Kabul
2' di lettura

Kamikaze e aggressori armati sarebbero i responsabili della morte di almeno 13 militari statunitensi e di 60 afghani all’aeroporto internazionale Hamid Karzai di Kabul (HKIA) e al Baron Hotel della città, secondo quanto riportato giovedì da Associated Press.

Cosa è successo

Secondo quanto riferito, la strage avrebbe avuto luogo in seguito a un avvertimento da parte dei funzionari occidentali che avevano esortato le persone a lasciare l’aeroporto. Il messaggio è stato in gran parte inascoltato dagli afghani disperati accalcati all’aeroporto nel tentativo di fuggire dal paese, ora in mano ai talebani.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Lo Stato Islamico ha rivendicato la responsabilità dell’attacco nel suo canale di notizie Amaq, secondo Associated Press.

Il presidente Joe Biden ha promesso che gli Stati Uniti avrebbero dato la caccia a coloro che hanno perpetrato l’attacco all’aeroporto di Kabul.

“A coloro che hanno compiuto questo attacco, così come a chiunque desideri del male per l’America, sappiate questo: Non perdoneremo”, ha affermato. “Non dimenticheremo. Vi daremo la caccia e ve la faremo pagare».

“Difenderò i nostri interessi e la nostra gente con ogni mezzo a mia disposizione”, ha aggiunto il presidente.

Perché è importante

Il segretario stampa del Pentagono, John Kirby, ha rilasciato una breve dichiarazione sull’attacco, confermando che alcuni militari statunitensi hanno perso la vita e che “un certo numero” sta ricevendo assistenza per le ferite.

“I nostri pensieri e le nostre preghiere vanno ai cari e ai colleghi di tutti i morti e feriti”, ha affermato Kirby.

I talebani hanno conquistato la capitale afghana il 15 agosto, ha riferito Reuters. La blitzkrieg talebana ha portato a una raffica di evacuazioni dal paese con l’aeroporto che si è profilato come l’unico punto di fuga.

Biden ha chiarito in una dichiarazione della Casa Bianca che l’ISIS-K, nemico giurato dei talebani, aveva pianificato una “serie complessa di attacchi al personale degli Stati Uniti e ad altri”.

“Ho anche ordinato ai miei comandanti di sviluppare piani operativi per colpire le risorse, la leadership e le strutture dell’ISIS-K.  Risponderemo con forza e precisione secondo i nostri tempi, nel luogo e nel momento che sceglieremo”, ha affermato Biden.

Il presidente ha fatto sapere che le evacuazioni sarebbero proseguite. “Completeremo la nostra missione”, ha aggiunto.

Foto Gage Skidmore tramite Flickr