Invesco, ecco perché la troppa liquidità è un mancato guadagno

1' di lettura

Secondo una ricerca condotta con CoreData Research gli italiani hanno bisogno dei consulenti per imparare a investire la liquidità parcheggiata nei depositi

Ben 8 italiani su 10 vogliono far crescere il loro patrimonio e capiscono che la liquidità è un’opportunità persa. Il dato emerge da una ricerca tra consulenti e investitori condotta da Invesco con CoreData Research, che conferma che gli italiani restano grandi risparmiatori, ma hanno bisogno del supporto del proprio consulente per investire la grande liquidità parcheggiata sui conti correnti. Analizzando i dati della ricerca, spiega Invesco, emerge chiaro come risparmiare per la pensione sia l’obiettivo primario degli investitori, con il 59% degli interpellati, seguito dalla creazione di un fondo per le emergenze.

GRANDE PROPENSIONE ALL’INVESTIMENTO

Quattro investitori su 10, pari al 41%, sentono inoltre la necessità di investire in attività che generano rendimenti più elevati, e per raggiungere questo obiettivo, nonostante le preoccupazioni legate al Covid-19, la maggior parte degli intervistati, pari all’l’83%, è disposta a investire i propri risparmi. Ma con criterio: nello specifico, il 43% sente la necessità di allocare la liquidità in attività in grado di generare il cosiddetto “income”, anche alzando l’asticella del rischio. Ma solo il 37% degli intervistati ha familiarità con i fondi “income”, mentre il grosso, pari all’’85%), ha evidenziato grande interesse verso i prodotti assicurativi…

Continua la lettura

Il presente articolo è stato redatto da FinanciaLounge.com.