Pre-market: futures USA segnano ribasso a Wall Street

Un’occhiata ai mercati: si attendono le trimestrali di Hewlett Packard Enterprise, Salesforce e NetApp

Sedute USA
4' di lettura

Movimenti in pre-apertura

Nei primi scambi in pre-market i futures azionari statunitensi erano in calo dopo i guadagni registrati nella sessione precedente. Gli investitori sono in attesa dei risultati degli utili da Hewlett Packard Enterprise Company (NYSE:HPE), salesforce.com, inc. (NYSE:CRM) e NetApp, Inc. (NASDAQ:NTAP).

Ricevi una notifica con le ultime notizie, i nostri articoli e altro ancora!

Gli indici S&P Corelogic Case-Shiller e FHFA sui prezzi delle abitazioni negli Stati Uniti per settembre saranno pubblicati alle ore 9:00 ET; l’indice Chicago PMI di novembre verrà diffuso alle 9:45 ET; l’indice di fiducia dei consumatori del Conference Board per novembre sarà reso noto alle 10:00 ET. Il presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, parlerà alle ore 10:00 ET mentre il presidente della Federal Reserve di New York, John Williams, interverrà alle 10:30 ET.

I futures sull’indice Dow Jones perdevano 501 punti, attestandosi a 34.576, quelli sull’S&P 500 cedevano 54,50 punti a quota 4.596,50 e i futures sul Nasdaq 100 erano in calo di 104 punti, a 16.286,75.

Ad oggi negli Stati Uniti è stato registrato il numero più elevato di casi e di decessi per coronavirus al mondo, con un totale di oltre 49.301.070 contagi e circa 801.320 vittime; intanto l’India ha registrato un totale di almeno 34.587.820 casi di COVID-19, mentre il Brasile ne ha confermati oltre 22.084.740.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

I prezzi del petrolio sono scesi, coi futures sul Brent in calo del 2,4% a 71,49 dollari al barile; i futures sul WTI hanno registrato un ribasso del 2,2% a 68,43 dollari al barile. Il report dell’American Petroleum Institute sulle scorte di petrolio greggio degli Stati Uniti sarà pubblicato nel corso della giornata.

Uno sguardo ai mercati globali

Oggi i listini europei hanno aperto in calo: l’indice spagnolo Ibex perdeva l’1,8%, lo STOXX Europe 600 era in calo dell’1,3%, l’indice francese CAC 40 lasciava sul terreno l’1,6%, il FTSE 100 di Londra e l’indice tedesco DAX 30 erano entrambi in rosso dell’1,5%. Ad ottobre le vendite al dettaglio in Spagna sono diminuite dello 0,7% su base annua. A novembre il tasso annuo di inflazione in Francia è salito al 2,8% dal 2,6% di ottobre; nel terzo trimestre del 2021 la crescita economica trimestrale del Paese si è confermata al 3% rispetto al trimestre precedente; ad ottobre il consumo di beni domestici in Francia ha avuto una flessione dello 0,4%, mentre i prezzi alla produzione industriale sono cresciuti del 2,9%. Nel terzo trimestre del 2021 il prodotto interno lordo dell’Italia è cresciuto del 2,6% rispetto al trimestre precedente. A novembre il numero di disoccupati in Germania è diminuito di 34.000 unità a 2,428 milioni; ad ottobre il tasso di disoccupazione del Paese si è attestato al 3,3%.

I mercati asiatici hanno chiuso perlopiù in rosso: l’indice giapponese Nikkei 225 ha perso l’1,63%, l’Hang Seng di Hong Kong ha ceduto l’1,58%, il cinese Shanghai Composite ha osservato un ribasso dello 0,03%, l’indice australiano S&P/ASX 200 ha guadagnato lo 0,22% e l’indiano BSE Sensex ha fatto segnare -0,6%. A ottobre il dato sull’avvio della costruzione di nuove abitazioni in Giappone ha osservato un rialzo del 10,4% su base annua; la produzione industriale del Paese è cresciuta dell’1,1%. A novembre l’indice PMI manifatturiero ufficiale di NBS per la Cina è salito a quota 50,1 da 49,2 di ottobre e il PMI non manifatturiero si è attestato a 52,3. Nel terzo trimestre del 2021 il surplus delle partite correnti dell’Australia è salito a 23,9 miliardi di dollari australiani; ad ottobre le concessioni edilizie nel Paese hanno registrato un calo del 12,9% a 15.911 unità.

Raccomandazioni degli analisti

Gli analisti di Goldman Sachs hanno declassato il titolo Dollar Tree, Inc. (NASDAQ:DLTR) da Buy a Neutral ma hanno alzato il target price da 116 a 150 dollari.

In pre-market le azioni di Dollar Tree erano in calo del 2,9% a 137,25 dollari.

Ultime notizie

  • Nel corso di un’intervista al Financial Times, l’amministratore delegato di Moderna, Inc. (NASDAQ:MRNA) ha dichiarato che i vaccini probabilmente sono meno efficaci contro la variante Omicron.
  • Secondo quanto dichiarato, UnitedHealth Group Inc (NYSE:UNH) prevede utili rettificati per l’anno fiscale 2021 compresi fra 18,75 e 18,90 dollari per azione su un fatturato di circa 287 miliardi; inoltre, la società stima utili rettificati per l’anno fiscale 2022 compresi fra 21,10 e 21,60 dollari per azione e un fatturato compreso fra 317 e 320 miliardi.
  • Chatham Asset Management si è offerta di acquisire R.R. Donnelley & Sons Company (NYSE:RRD) al prezzo di 10,25 dollari per azione in contanti.
  • Elon Musk, il CEO di Tesla Inc (NASDAQ:TSLA), ha dichiarato lunedì che il nuovo Cybertruck della casa automobilistica sarà un “folle carrozzone tecnologico”.