Biden inserisce 34 aziende cinesi nella blacklist

1' di lettura

L’accusa è di aiutare l’esercito cinese nella repressione e nel controllo delle minoranze etniche. Nel frattempo anche il Giappone aderisce al boicottaggio diplomatico delle Olimpiadi di Pechino

Lo scontro diplomatico tra le due super potenze mondiali, Usa e Cina, continua a inasprirsi. Ieri l’amministrazione guidata da Joe Biden ha annunciato di aver inserito 34 società cinesi nella blacklist delle aziende sanzionate. In sostanza, gli investitori americani non potranno comprare o vendere azioni di queste società.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

BOICOTTAGGIO DELLE OLIMPIADI

L’accusa è la stessa che ha già portato al boicottaggio diplomatico – scelta fatta dagli Usa, poi seguiti da Regno Unito, Australia e Giappone – delle Olimpiadi invernali di Pechino: violazione dei diritti umani nei confronti della minoranza degli uiguri. Nel dettaglio, questa nuova decisione del governo Usa è dettata dal ruolo delle società sanzionate nel facilitare la repressione “sostenendo le azioni dell’esercito cinese anche con strumenti di controllo delle menti” (brain control weaprony in inglese)…

Continua la lettura

Il presente articolo è stato redatto da FinanciaLounge.com.