La Spagna è pronta a diventare un colosso del litio?

Si prevede che entro il 2025 in Spagna ci sarà la più grande miniera di litio d’Europa: di seguito, tutti i dettagli

La Spagna è pronta a diventare un colosso del litio?
3' di lettura

Secondo lo studio “Mercato globale delle batterie stazionarie agli ioni di litio”, le dimensioni del mercato globale delle batterie stazionarie agli ioni di litio registreranno un tasso di crescita annuale composto (CAGR) del 12,7% fino al 2028. In questa prospettiva, con un mercato rovente a causa della crescente domanda di auto elettriche, emergono altri mercati. In Europa, uno in particolare si trova in una posizione privilegiata: la Spagna.

Un’opportunità importante

È appena giunta la notizia che la più grande miniera di litio in Europa sarà in Spagna; Lithium Iberia infatti ha presentato alla Junta de Extremadura un progetto di sfruttamento del giacimento di litio situato nel comune di Cañaveral di Cáceres.  



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

In caso di approvazione, la Spagna avrebbe la più grande miniera d’Europa entro il 2025 per dimensioni e volume di estrazione.

Sulla base del progetto presentato dalla società, l’investimento necessario per realizzare l’operazione sarà di 340 milioni di euro; Lithium Iberia prevede che l’estrazione potrebbe durare tra i 19 e i 30 anni, di cui i primi sei sarebbero a cielo aperto e il resto a livello sotterraneo.

Nel momento in cui la sede sarà pienamente operativa, impiegherà direttamente 430 persone, compresi i lavoratori della miniera e dello stabilimento adiacente; l’impatto indiretto dovrebbe essere di circa 1.100 lavoratori in più.

Volume

In termini di volume di produzione, dalla miniera di Las Navas — il nome dell’area in cui è prevista l’estrazione — sarà possibile estrarre 1,2 milioni di tonnellate all’anno; queste potrebbero tradursi in 30.000 tonnellate di solfato di litio utilizzabile per le batterie delle auto elettriche.

Se la revisione del progetto verrà approvata, la miniera di Las Navas potrebbe iniziare a fornire litio ai produttori entro il 2025; si tratta di una data che coincide perfettamente con la concretizzazione del ‘Progetto strategico di recupero e trasformazione economica’ (PERTE) per lo sviluppo delle auto elettriche di Volkswagen in Spagna; le batterie che proverranno dall’impianto confermato di Sagunto. Si prevede che i lavori inizieranno nel 2026.

Come in ogni attività estrattiva, ci sono vincoli e condizioni ecologiche che influiscono sul modo in cui verrà eseguita l’operazione. 

Per cominciare, la miniera sarà alimentata da energia fotovoltaica proveniente da un impianto destinato a trovarsi nel comune di Holguera, a circa 16 chilometri da dove è prevista l’estrazione.

È inoltre previsto il risanamento in fasi del terreno per tutta la durata del progetto; già nel primo anno di estrazione inizieranno i lavori di risanamento, mentre nel terzo anno verranno avviati quelli della miniera a cielo aperto.  

Offerta

Secondo il gruppo di campagne Transport & Environment, c’è abbastanza litio per produrre 21 milioni di auto elettriche entro il 2025 e abbastanza litio localizzato per produrre batterie per 14 milioni di veicoli entro il 2023. 

Il litio è il componente più importante di una batteria per auto elettriche e la sua disponibilità e offerta segneranno il futuro dell’industria automobilistica.

Diverse entità e mezzi di comunicazione sottolineano che non ci sarà abbastanza litio per supportare il cambio di paradigma nell’industria della mobilità. Transport & Environment, che ha basato il suo studio sui dati di Bloomberg, afferma però che attualmente c’è il 55% in più di litio rispetto alle stime — il che comunque non significa una garanzia di approvvigionamento.

Attualmente, e solo in Europa, ci sono 27 grandi depositi di litio localizzati che sono considerati potenziali miniere del prezioso materiale e che sono distribuiti principalmente in nove Paesi: Repubblica Ceca, Serbia, Ucraina, Spagna, Francia, Portogallo, Germania, Austria e Finlandia. 

In totale, si stima che tutti questi depositi contengano 8.839.750 tonnellate di ossido di litio; tuttavia, pur con una sufficiente quantità di litio e nichel localizzati e disponibili a breve termine, il principale ostacolo per i produttori di batterie è l’accesso ai metalli.

Con l’informativa della miniera di Las Navas in Spagna, il mercato non farà che diventare ancora più caldo in una fase critica della transizione alla mobilità elettrica.

Tieniti aggiornato su tutte le ultime notizie e le idee di trading seguendo Benzinga Italia su Twitter.