Pre-market: futures USA in calo, attesa dati produzione

Un’occhiata ai mercati da Benzinga: si attendono anche i dati sulla produzione negli Stati Uniti

Pre-market: futures USA in calo, attesa dati disoccupazione
3' di lettura

Movimenti in pre-market

Nei primi scambi in pre-market di venerdì i futures azionari statunitensi erano in lieve calo dopo che Wall Street ha registrato il suo peggior semestre degli ultimi 50 anni.

L’indice manifatturiero Markit PMI per il mese di giugno sarà pubblicato alle ore 9:45 ET; l’indice manifatturiero ISM di giugno e i dati sulla spesa edilizia di maggio verranno diffusi alle 10:00 ET.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Leggi anche: 5 titoli da monitorare oggi, 1° luglio 2022

Futures

Nel frattempo i futures sull’indice Dow Jones cedevano 54 punti attestandosi a 30.727 e quelli sull’S&P 500 arretravano di 6,25 punti a quota 3.783,25; i futures sul Nasdaq erano in calo di 18 punti a 11.511,50.

I prezzi del petrolio erano in aumento, coi futures sul Brent che segnavano +1,7% a 110,93 dollari al barile; i futures sul WTI erano in rialzo dell’1,5% a 107,38 dollari al barile. Il resoconto di Baker Hughes Inc. sul numero di piattaforme petrolifere nell’area nordamericana per la scorsa settimana verrà diffuso alle ore 13:00 ET.

Attualmente gli Stati Uniti registrano il numero più elevato di casi e di decessi per coronavirus al mondo, con un totale di oltre 89.360.080 contagi e circa 1.042.670 vittime; intanto l’India registra un totale di almeno 43.471.280 casi di COVID-19, mentre il Brasile ne ha confermati oltre 32.358.450.

Uno sguardo agli indici delle borse mondiali

Borse europee

Oggi i mercati europei erano positivi in apertura. L’indice STOXX Europe 600 e il FTSE 100 di Londra salivano dello 0,1%, l’indice spagnolo IBEX 35 guadagnava l’1,1%, l’indice francese CAC 40 era in verde dello 0,5% e il tedesco DAX segnava +0,4%. Nel mese di giugno, l’indice PMI manifatturiero S&P Global per la Francia è sceso a 51,4 da 54,6 del mese precedente, il PMI manifatturiero del Regno Unito è sceso al minimo di due anni di 52,8, il PMI manifatturiero S&P Global per l’Eurozona è diminuito a 52,1 da 54,6 del mese precedente, il PMI manifatturiero dell’Italia è arretrato a 50,9 da 50,1; il PMI manifatturiero S&P Global/BME per la Germania è sceso a 52 da 54,8 del mese precedente e il PMI manifatturiero spagnolo è sceso a 52,6 da 53,8.

Mercati asiatici

I listini asiatici hanno chiuso la sessione in territorio negativo; l’indice giapponese Nikkei ha infatti perso l’1,73%, l’indice cinese Shanghai Composite ha ceduto lo 0,32%, l’Hang Seng di Hong Kong è arretrato dello 0,62%, l’indice australiano S&P/ASX 200 è sceso dello 0,43% e l’indiano BSE Sensex ha segnato -0,21%. Nel mese di giugno, l’indice manifatturiero S&P Global per l’India è arretrato a 53,9 da 54,6 di maggio, il PMI manifatturiero generale Caixin China è salito a 51,7 da 48,1 e il PMI manifatturiero giapponese fornito da Au Jibun Bank è sceso a 52,7 da 53,3 del mese precedente. A maggio il tasso di disoccupazione del Giappone è salito al 2,6% dal 2,5% di aprile. A giugno l’indice PMI manifatturiero dell’Australia è salito a 56,2 da 55,7 di maggio.

Raccomandazioni degli analisti

Gli analisti di BofA Securities hanno declassato il titolo Duck Creek Technologies, Inc. (NASDAQ:DCT) da Buy a Neutral e hanno annunciato un target price di 16 dollari.

Nella sessione pre-market le azioni di Duck Creek Technologies erano in calo dello 0,4% a 14,79 dollari.

Ultime notizie

  • Micron Technology Inc (NASDAQ:MU) ha riportato utili positivi per il terzo trimestre, ma ha pubblicato una guidance debole per il quarto trimestre.
  • Accolade, Inc. (NASDAQ:ACCD) ha riportato risultati ottimistici per il primo trimestre, ma ha pubblicato previsioni di vendita deboli per il trimestre in corso.
  • Apple Inc. (NASDAQ:AAPL) ha aumentato i prezzi di iPhone e iPad in Giappone, secondo il sito web dell’area geografica di riferimento.
  • Hillenbrand, Inc. (NYSE:HI) ha accettato di acquisire Herbold Meckesheim GmbH per un enterprise value di circa 79 milioni di euro.

Vuoi fare trading come un professionista? Prova GRATIS la Newsletter Premium 4 in 1 di Benzinga Italia con azionibreakoutcriptovalute e opzioni.