Le azioni Apple si preparano a un pullback

Di seguito, un’analisi tecnica sul titolo del colosso tecnologico di Cupertino. Ecco cosa bisogna monitorare

Le azioni Apple si preparano a un pullback
3' di lettura

Nella sessione pre-market di martedì Apple, Inc. (NASDAQ:AAPL) aveva ceduto circa lo 0,7%, trascinando l’indice S&P 500 in ribasso di circa lo 0,12%. Il titolo ha poi chiuso in rialzo di appena lo 0,03% e l’indice ha perso lo 0,42%.

Ricevi una notifica con le ultime notizie, i nostri articoli e altro ancora!

Dopo aver rotto al rialzo da un pattern a bandiera rialzista il 3 agosto e aver guadagnato oltre il 3%, lunedì Apple ha raggiunto un’importante zona di resistenza a 167,88 dollari e ha poi chiuso quella giornata di scambi in calo dello 0,9% rispetto all’apertura.

Probabilmente Apple ha avuto difficoltà a superare il livello di resistenza al primo tentativo giornaliero perché il prezzo del titolo è troppo alto, con l’indice di forza relativa (RSI) compreso tra il 65% e il 71% dal 28 luglio.

L’RSI è un indicatore utilizzato dai trader tecnici per misurare il momentum dei prezzi rialzista e ribassista. L’RSI può variare da zero a 100; i livelli compresi tra 30 e 70 generalmente sono considerati salutari.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Quando l’RSI di un titolo scende al di sotto del 30% è considerato ipervenduto. Quando un titolo entra in territorio di ipervenduto, il suo prezzo non riflette più il vero valore dell’asset ed è possibile aspettarsi un inversione al rialzo.

Quando l’RSI invece supera l’area del 70%, il titolo è considerato ipercomprato. Quando un titolo entra in territorio di ipercomprato, significa che il suo prezzo è diventato troppo alto rispetto al suo valore intrinseco, il che può segnalare una potenziale inversione al ribasso.

Per un uso efficace dell’RSI, si consiglia di combinarlo con altri segnali e modelli di un grafico azionario, poiché un titolo può rimanere in territorio di ipervenduto/ipercomprato per un lungo periodo di tempo prima di effettuare un’inversione.

Vuoi un’analisi diretta? Visita la lounge di Benzinga Pro! Clicca qui per una prova gratuita.

Il grafico di Apple

L’elevato RSI di Apple probabilmente ha allontanato alcuni trader rialzisti dall’acquisto delle azioni e ha funto da avvertimento per gli altri di uscire dalle loro posizioni. Il titolo (così come il mercato in generale) è stato molto rialzista dal 17 giugno; presto potrebbe aver bisogno di un importante pullback o almeno di lateralizzare per far raffreddare l’RSI. Ciò si traduce in un mercato instabile sul quale è difficile operare.

  • Un altro segnale sul grafico di Apple che potrebbe aver sfiancato i trader è il gap sottostante compreso tra 157,64 e 159,50 dollari. I gap sui grafici vengono colmati circa il 90% delle volte, dunque lo scenario più probabile è che in futuro il titolo scenderà per colmare questi intervalli di trading. Alcuni trader rialzisti potrebbero essere in attesa che Apple ritracci e poi stampi una candela di inversione rialzista al di sopra della fascia inferiore del gap.
  • I trader in attesa che il gap venga colmato sperano che Apple scenda intraday e poi rimbalzi per chiudere la sessione al di sopra del gap, poiché la media mobile semplice (SMA) a 200 giorni sta tendendo al di sopra dell’intervallo di trading. Se Apple dovesse chiudere la sessione al di sotto della SMA a 200 giorni, i ribassisti potrebbero prendere più facilmente il controllo.
  • Apple scambia all’interno di un trend rialzista sul grafico giornaliero, con il minimo superiore più recente stampato venerdì a 163 dollari e il massimo superiore più recente formatosi a 167,19 dollari il giorno prima. I trader rialzisti a breve termine sperano che, quando il titolo scenderà, Apple si mantenga al di sopra della media mobile esponenziale a otto giorni per stampare il nuovo minimo superiore.
  • Apple ha una resistenza sopra i 167,88 e i 171,03 dollari e supporto sotto i 162,14 e i 157,26 dollari.

 

Foto tramite Shutterstock

Vuoi fare trading come un professionista? Prova GRATIS la Newsletter Premium 4 in 1 di Benzinga Italia con azionibreakoutcriptovalute e opzioni.