Perché nell’azionario Pictet preferisce Giappone e Cina a Stati Uniti ed Europa

Perché nell’azionario Pictet preferisce Giappone e Cina a Stati Uniti ed Europa
1' di lettura

Wall Street e Vecchio Continente evidenziano una certa vulnerabilità sugli utili aziendali attesi mentre le prospettive economiche di Tokyo e Pechino sembrano adesso relativamente più stabili

Ricevi una notifica con le ultime notizie, i nostri articoli e altro ancora!

L’indice S&P 500 è sceso di circa il 15% dall’inizio dell’anno, tuttavia le società statunitensi accuseranno probabilmente un ulteriore peggioramento delle condizioni economiche. Ne sono convinti gli esperti di Pictet Asset Management nel Barometro di agosto 2022 alla luce del fatto che la Fed proseguirà nel suo programma di riduzione dell’inflazione, anche a costo di spingere l’economia verso la recessione.

SOTTOPESO PER LE AZIONI STATUNITENSI ED EUROPEE

Pictet AM, che ha recentemente ribassato le proiezioni per la crescita del PIL statunitense, partendo dalle proprie previsioni sull’inflazione stima utili societari per quest’anno inferiori di circa il 12% alle previsioni degli analisti (IBES) continua a sottopesare le azioni statunitensi. “Stessa decisione per le azioni europee, considerati i tanti ostacoli sulla strada del Vecchio Continente. Con l’ulteriore aumento dei prezzi dell’energia in tutta la regione (a causa dell’intensificarsi del conflitto tra Ucraina e Russia), i danni economici aumentano di giorno in giorno” spiegano i manager di Pictet AM...

Continua la lettura



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Il presente articolo è stato redatto da FinanciaLounge.com.