Nio, consegne balzano del 109% a novembre

L’azienda cinese registra un aumento delle consegne del 109% e incrementa la capacità produttiva per tenere il passo con l'aumento della domanda

Nio, consegne balzano del 109% a novembre
2' di lettura

Martedì, prima dell’apertura dei mercati, Nio Inc – ADR (NYSE:NIO) ha riportato un altro record mensile di consegne, oltre ad aver riferito un aumento della domanda per i suoi veicoli elettrici.

Ricevi una notifica con le ultime notizie, i nostri articoli e altro ancora!

Continua la serie di consegne record: a novembre le consegne di Nio sono aumentate su base annua del 109,3%, raggiungendo il record mensile di 5.291 unità; tale cifra ha rappresentato un aumento su base mensile del 4,7% rispetto ai 5.055 veicoli consegnati dall’azienda a ottobre.

Novembre ha segnato il quarto mese consecutivo in cui l’azienda ha sfornato un totale mensile record.

Nella sua pubblicazione degli utili del terzo trimestre, Nio ha indicato nella sua guidance un numero di consegne nel quarto trimestre compreso fra 16.500 e 17.000 unità, in crescita fra il 100,6% e il 106,7% su base annua e fra il 32,5% e il 39,3% su base sequenziale.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Per raggiungere la fascia più alta dell’obiettivo, a dicembre l’azienda deve consegnare 6.654 veicoli.

Le consegne di novembre hanno riguardato 1.387 unità del modello ES8, 2.386 ES6 e 1.518 EC6, che Nio ha iniziato a consegnare alla fine di settembre; ad ottobre le consegne di EC6 erano state 883.

Perché è importante: dopo una serie positiva durata fino a poco tempo fa, i titoli cinesi di auto elettriche sono finite sotto pressione, sebbene continuino a scambiare con forti guadagni da inizio anno; a parte l’opportunità offerta dal boom del mercato cinese dei veicoli elettrici, altre variabili importanti sono i fondamentali dell’azienda e la realizzazione dei piani.

Se Nio è in grado di sostenere la sua rinascita post-pandemia, parte del sovrapprezzo al quale le azioni scambiano potrebbe essere giustificato.

Anche il rischio normativo è entrato in gioco, con un organo di informazione cinese che ha recentemente riferito come le autorità regolatorie del Paese stiano pianificando di porre un freno agli investimenti delle società locali di auto elettriche.

Cosa potrebbe succedere: Nio ha affermato che nel mese di dicembre si prepara ad accelerare l’espansione della propria capacità produttiva al fine di accogliere l’aumento nella crescita degli ordini.

I prossimi importanti eventi per Nio probabilmente saranno la pubblicazione dei numeri di consegna di dicembre, prevista nella prima settimana di gennaio, e il Nio Day, previsto per il 9 dello stesso mese.

Movimento dei prezzi: dopo aver chiuso mercoledì scorso ad un massimo intraday di 55,55 dollari, il titolo Nio è poi sceso da quel livello; nel pre-market di martedì, le azioni erano in rialzo del 3,70%, a 52,40 dollari.

Link correlato: Titoli EV cinesi frenati da controllo normativo di Pechino