Tori e orsi della settimana passata: Eli Lilly, Ford, Intel e altri

Diamo uno sguardo ai principali segnali rialzisti e ribassisti per la settimana appena terminata rilevati da Benzinga

Tori e orsi della settimana passata: Eli Lilly, Ford, Intel e altri
4' di lettura
  • La scorsa settimana Benzinga ha esaminato le prospettive di molti fra i titoli preferiti dagli investitori.
  • I segnali rialzisti della settimana hanno riguardato alcuni colossi in campo aerospaziale, automobilistico e farmaceutico.
  • Un’azienda leader nel settore dei semiconduttori e un rivenditore in difficoltà hanno invece rappresentato i principali segnali ribassisti.

In una settimana in cui gran parte dell’attenzione degli Stati Uniti si è concentrata sull’insediamento del nuovo presidente, i principali indici statunitensi hanno registrato dei guadagni, sostenuti dall’aumento di oltre il 4% del Nasdaq; la nuova amministrazione è partita all’attacco e i mercati sono sembrati ottimisti. Un colosso tech si è persino offerto di dare una mano all’amministrazione Biden.

Si tratta di una settimana in cui la stagione dei rapporti sugli utili era in pieno svolgimento, portando un vincitore e poi un altro la scorsa settimana, anche se ci sono state anche delle grandi delusioni.



Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Altrove fra le aziende statunitensi, un colosso aerospaziale ha messo a segno una grande vittoria, le grandi case automobilistiche si stanno posizionando per il futuro e un’altra alternativa di streaming video si sta preparando al lancio.

Fra gli altri temi, la scorsa settimana gli investitori di Bitcoin hanno assistito al crollo della criptovaluta.

Come sempre Benzinga continua a esaminare le prospettive di molti dei titoli più apprezzati dagli investitori. Ecco alcuni dei post più rialzisti e ribassisti della scorsa settimana che meritano un’altra occhiata.

Prospettive al rialzo

Berenberg alza il rating di Boeing“, di Priya Nigam, discute su come il peggio sembra essere passato per il 737 Max e cosa significa questo per Boeing Co (NYSE:BA) in futuro; scopriamo perché a partire dal 2022 dovrebbe notevolmente migliorare la generazione di cassa.

Una settimana già fantastica per Ford Motor Company (NYSE:F) è migliorata ulteriormente venerdì, quando il titolo ha ricevuto un importante innalzamento di rating da una grande banca di Wall Street. Per saperne di più basta leggere “JPMorgan alza il rating di Ford“; vediamo quali fattori stanno giocando a favore della casa automobilistica.

Mizuho innalza il rating di Eli Lilly“, di Shanthi Rexaline, esamina i motivi per cui i dati top-line iniziali suggeriscono che il trattamento per l’Alzheimer di Eli Lilly And Co (NYSE:LLY) potrebbe portare un vantaggio significativo alla storia di investimento sulla società; inoltre le incertezze relative alle elezioni presidenziali statunitensi sono ormai alle spalle.

Nell’articolo “3 titoli di fast-food da possedere in questo momento“, a firma Jayson Derrick, vediamo perché gli investitori che cercano l’esposizione al settore della ristorazione ora potrebbero voler prendere in considerazione McDonald’s Corp (NYSE:MCD) e un paio di altri maestri della fast-food experience.

In “DraftKings, per Morgan Stanley l’azienda potrebbe battere le stime di fatturato“, Chris Katje si concentra su cosa implica il miglioramento nel settore delle scommesse sportive e dell’Internet gambling per le azioni di DraftKings Inc (NASDAQ:DKNG), secondo l’analista presente nell’articolo.

Per ulteriori segnali rialzisti registrati la scorsa settimana, dai un’occhiata anche a questi articoli:

Prospettive al ribasso

L’articolo “8 analisti valutano la trimestrale di Intel, si attendono anni difficili per l’azienda“, a cura di Shanthi Rexaline, mostra quali analisti prevedono una stagnazione degli utili presso Intel Corporation (NASDAQ:INTC) e menziona il progetto che richiederà anni prima che l’azienda rimetta a posto ciò che non va.

In “Citron Research parla di ‘declino terminale’ per GameStop“, di Wayne Duggan, scopriamo perché quest’agenzia di short selling prevede che nel prossimo futuro le azioni del retailer in difficoltà GameStop Corp. (NYSE:GME) scenderanno a circa 20 dollari per azione.

MGM Resorts International (NYSE:MGM) è alle prese con una struttura aziendale complessa e per certi aspetti arranca rispetto alle aziende concorrenti, secondo “MGM, analista ribassista prevede minori opportunità al rialzo“, di Priya Nigam.

L’articolo “Beyond Meat, per gli analisti storia di “crescita attraente”“, a firma Jayson Derrick, sostiene che l’attuale valutazione rende difficile giustificare l’acquisto di azioni Beyond Meat Inc (NASDAQ:BYND) nonostante le prospettive a lungo termine della società.

Per altri segnali ribassisti, leggi anche questi articoli:

Al momento della stesura di questo articolo l’autore non possedeva azioni dei titoli citati.

Tieniti aggiornato su tutte le ultime notizie e idee di trading seguendo Benzinga Italia su Twitter.